Warning: Illegal string offset 'html' in /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php on line 926

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php:926) in /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/admin/sources/classes/output/formats/html/htmlOutput.php on line 110

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php:926) in /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/admin/sources/classes/output/formats/html/htmlOutput.php on line 127

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php:926) in /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/admin/sources/classes/output/formats/html/htmlOutput.php on line 136

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php:926) in /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/admin/sources/classes/output/formats/html/htmlOutput.php on line 137

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php:926) in /mounted-storage/home160c/sub006/sc17048-YJSJ/www/forum/admin/sources/classes/output/formats/html/htmlOutput.php on line 141
Nasce L'unione Euroasiatica, Firma Storica Al Cremlino - ItaLietuva Forum

Peršokti prie turinio


Nasce L'unione Euroasiatica, Firma Storica Al Cremlino


3 atsakymai šioje temoje

#1 Griso

    Amateur

  • Lombardia
  • 467 Pranešimai
  • City:Milano
  • Province:Milano (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 29 lapkričio 2011 - 18:33

MOSCA - Con una firma per certi versi storica, i presidenti di Russia, Bielorussia e Kazakhstan hanno siglato oggi al Cremlino un pacchetto di documenti che segna la fase di avvio dell'Unione Euroasiatica, un progetto lanciato recentemente dal premier Vladimir Putin per creare una nuova comunità economica nell'ex spazio sovietico entro il 2015, sul modello della UE, con cui intende confrontarsi e dialogare.
I documenti sono stati firmati dal leader del Cremlino Dmitri Medvedev, dal presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko e da quello kazako Nursultan Nazarbaiev.
Le tappe e gli organi previsti dai documenti firmati oggi sono: Unione doganale, Spazio economico comune dal prossimo gennaio e infine Unione Euroasiatica, con una Commissione ad hoc ed altri organi come il Consiglio e il Collegio.
I tre leader, in particolare, hanno firmato una dichiarazione sull'integrazione economica euroasiatica (Eec) e un trattato sulla commissione economica euroasiatica.
La dichiarazione scandisce le varie tappe in programma, con il passaggio dell'attuale Unione doganale tra Mosca, Minsk e Astana, a partire dal prossimo gennaio, ad uno spazio economico comune (Ces) basato sulle regole del Wto e aperto a nuovi Paesi.
L'Unione economica euroasiatica è indicata come l'obiettivo finale. La Commissione, invece, avrà la supervisione dei vari processi di integrazione e, secondo quanto precisato in precedenza da una fonte del Cremlino, "nell'era post-sovietica giocherà il ruolo di organo neutrale sovranazionale, al quale saranno ceduti gradualmente poteri nazionali".
La Commissione prenderà decisioni in un quadro che esclude il predominio di uno Stato sugli altri e coinvolgerà due livelli: il Consiglio e il Collegio.
Il primo comprenderà i premier e regolerà in generale i processi di integrazione nell'Unione doganale e nello spazio economico comune, mentre il il secondo includerà rappresentanti dei paesi membri con lo status di dirigenti indipendenti internazionali.
ATS

da Ticinonline

Si attendo tempi ancora più bui per la nostra cara UE


#2 Sigmundflower

    Sigmundflower

  • Validating
  • AkisAkisAkisAkisAkis
  • 8.651 Pranešimai
  • City:Brindisi
  • Province:Brindisi (Puglia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 29 lapkričio 2011 - 20:04

...diciamo un bel conflitto mondiale alle porte :D!!!


#3 icekemia

    ItaLietuver

  • Vilnius
  • 3.250 Pranešimai
  • City:Vilnius
  • Province:Vilniaus m. (Vilniaus)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 30 lapkričio 2011 - 00:14

e nel frattempo

Citata

Il Cremlino passa ai fatti e attiva sull'Europa un radar dall'enclave russa di Kalingrad, tra la Polonia e la Lituania: una scelta che sembra voler agitare lo spettro di un ritorno alla Guerra Fredda. Secondo quanto si apprende dal Cremlino il radar di allarme missilistico di classe "Voronezh-DM" è in grado di identificare missili lanciati dai Paesi europei e controllare lo spazio aereo dal Polo Nord al Sud Africa. A solo una settimana dalla minaccia del presidente russo Dmitri Medvedev di mettere i missili nell'enclave - se gli Usa non vorranno coinvolgere più attivamente la Russia nei loro piani di Scudo antimissile - il capo di stato russo si è recato direttamente al posto di comando delle unità militari che fanno funzionare il radar, e ha incontrato il comandante delle truppe di aerospaziali, di nuova costituzione, il tenente generale Oleg Ostapenko.
Nuova misura in risposta allo Scudo in Europa - L'attivazione della base di Kaliningrad era già stata citata tra le misure per rispondere allo Scudo in Europa, sistema che secondo Mosca minaccia la sua sicurezza nazionale e per questo richiede "garanzie giuridicamente vincolanti" da parte della Nato, che finora ha sempre assicurato che il progetto è solo rivolto contro potenziali attacchi dall'Iran. Congratulandosi con il personale della stazione, il presidente ha espresso la speranza che il radar "funzionerà come deve, per eseguire tutti i compiti ad esso assegnati".
Un sistema intelligente che sfretta i rapporti tra l'Ue e la Russia - "Le caratteristiche di questa stazione sono di molte volte superiori a simili disponibili a disposizione dei nostri alleati stranieri" ha fatto notare al presidente il tenente colonnello Sergei Brotskov, in un documento diffuso successivamente dal Cremlino. "Riuscite a identificare il luogo di lancio di un missile?" ha chiesto Medvedev. "Assolutamente sì. Allo start-up dei missili balistici, o altri tipi di missili dalle acque come l'Oceano Atlantico e il Mediterraneo, o addirittura dalla terra, la stazione rileva e poi identifica e fornisce informazioni su: il luogo di lancio, il bersaglio, ne determina il tipo di missile, il tempo di volo e la stima del crash".
Certo lo spettro della Guerra fredda torna proprio a ridosso delle elezioni a Mosca - Medvedev - attualmente in piena campagna elettorale in patria per le legislative - ha poi sottolineato che la Russia ha bisogno di garanzie di sicurezza dagli Usa, non solo di dichiarazioni vuote. "Ci viene detto 'non è contro di te'. Bene ora vorrei dire: 'Cari amici, questo radar, che ha iniziato il suo lavoro oggi, non è contro di voi, ma questo è per voi e per la soluzione dei problemi che ci siamo prefissati'" ha detto, lasciando aperta l'ipotesi-offerta di Mosca di far rientrare il dispositivo nel sistema antimissile Usa. Ossia una via d'uscita secondo Mosca in un tunnel che invece potrebbe riportare alla Guerra fredda.


#4 Griso

    Amateur

  • Lombardia
  • 467 Pranešimai
  • City:Milano
  • Province:Milano (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 30 lapkričio 2011 - 12:24

Rodyti pranešimąicekemia, 30 lapkričio 2011 - 00:14, pasakė:

e nel frattempo

e nel frattempo King Vladimir passa al contrattacco in occasione delle nuove elezioni politiche russe del 4 marzo 2012.
Citazione: “I rappresentanti di alcuni paesi stranieri stanno raccogliendo coloro a cui versano del denaro, cosiddetti ricettori di donazioni, dando loro istruzioni e assegnando loro dei compiti in modo da influenzare la nostra campagna elettorale", ha spiegato Putin senza rivelare altri dettagli. “Sforzi inutili, denaro sprecato. I russi respingeranno questi Giuda, politici al soldo degli stranieri. Mentre i governi occidentali farebbero meglio a ripagare i loro debiti con quei soldi, smettendola di perseguire politiche economiche inefficienti e costose"
Ditemi se c'è qualche politico europeo che avrebbe le p..... per dire una cosa del genere :whistle: