Peršokti prie turinio


Discriminazione Degli Omosessuali In Lituania


81 atsakymai šioje temoje

#61 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 19:03

Rodyti pranešimąFabius, Dec 1 2010, 16:00, pasakė:

Togli il termine omosessuale e sostitiscilo con un comportamento che invece ti sta a cuore.

Se non si impara a ragionare per principi si finisce nel confondere per "contestualizzazione" quello che è preconcetto bello e buono.

non rispondo agli altri perchè fabius riassume ciò che cercavo di spiegare da 2 giorni.

Rodyti pranešimąsimone86, Dec 1 2010, 16:00, pasakė:

Ma poi, ci siete mai stati ad un gay pride? O parlate su cose che avete visto in tv? E in tv, si vede gente che fa sesso anale o orale o atti sessuali espliciti da far intervenire la polizia? Ecco magari avete visto queste cose e giustamente vi scandalizzate, io finora al massimo ho visto gente a petto nudo, gente che si baciava e gente vestita ben poco. Ok e' moralmente non giusto far vedere queste cose ai piccini pero' non c'e' problema a mostrare donne seminude che sono trattate come oggetti, a mostrare come si diventa famose se la/lo si da' a gente importante, a rendere oggettivamente semplice l'accesso a siti porno a qualunque persona, anche quindi ai bambini e, piu' in genere, a trasmettere messaggi ben poco educativi? Certo, direte voi, anche quelli son problemi; e allora perche' tanto astio per delle carnevalate del genere che pure tanti omosessuali non appoggiano in quanto tali e dunque screditanti? Insomma se uno reputa il gay pride come il satana della famiglia al massimo cambia canale e cosi' si protegge e chi e' in citta' non ci va. Invece diventa dura evitare messaggi schifosi che ci provengono da tutto il mondo mediatico ed e' su questo che la gente dovrebbe seriamente indignarsi invece che informarsi morbosamente.
Ho pero' la sensazione che molte persone siano vaccinate alle brutture del mondo ma quando si tratta di omosessuali tiriamo tutti dal taschino il nostro vangelo personale e ci indignamo. Un po' come spesso accade negli States quando scoprono un serial killer o un pazzo omicida ed intervistano la gente che dice "era un brav uomo, andava sempre in chiesa e leggeva sempre la Bibbia"

ecco questo è un altro concetto ben espresso di simone che mi appartiene.


#62 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 19:14

Rodyti pranešimąicekemia, Dec 1 2010, 12:06, pasakė:

italico, io credo che in italia troppo spesso, per convenienza o convenzione, si dia la colpa alla chiesa per questo o quello



la coppia è un'altra cosa e spesso si identificano l'una e l'altra commettendo un errore
il matrimonio è sempre stato culturalmente (e non solo per la chiesa cattolica) solo il primo passo vincolante verso la procreazione

non poter generare una discendenza era visto come un limite, mentre ora è in grande percentuale una scelta (salvo casi clinici)
ora unirsi civilmente o religiosamente non ha più la diretta conseguenza di generare e quindi la coppia che non intende avere figli da "famiglia menomata" è diventata uno standard normale
la conseguenza è che la semplice unione di due persone viene considerata famiglia e si è portati a pensare che anche le coppie omosessuali possano esserne il fondamento


col tempo le coppie omosessuali diventeranno sicuramente la normalità, forse verranno celebrati ovunque anche i matrimoni, unioni civili, pacs o come si chiameranno, ma quelle coppie non costituiranno mai una famiglia a sé stante
e la colpa non è del papa o della morale cattolica

si il matrimonio è sempre stato culturalmente il primo passo verso la procreazione perchè la religione (mi piace insistere con la religione e non lo faccio per convenienza o facilità) non lasciava e non lascia la vera libertà agli esseri umani di essere davvero se stessi, diciamo che fin dalla notte dei tempi si incanalavano le menti su binari ben stabiliti e guai a essere diversi, alla fine anche chi centrava poco o nulla con la religione veniva toccato. L'evoluzione dell'uomo ha e deve avere chiaramente dei limiti.
E perchè una coppia omosessuale non può essere considerata famiglia!? non parlo di coppie sposate in chiesa, parlo di coppie unite civilmente.

no infatti non sarà colpa del papa o della morale cattolica, ma da migliaia d'anni passati seguendo i loro dogmi...e capisco che sarà molto difficile da sradicare questa idea dalle menti degli uomini. Purtroppo siamo tutti abituati a seguire ciò che dice la massa


#63 Sigmundflower

    Sigmundflower

  • Validating
  • AkisAkisAkisAkisAkis
  • 8.651 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 19:20

Rodyti pranešimąFabius, Dec 1 2010, 16:41, pasakė:

E dove è scritto che DEVE o NON DEVE essere gay? La differenza sta nel fatto che in base a tale norma se un tale scrive che "l'evoluzione di pensiero" secondo lui dovrebbe essere gay si beccca una ammenda perché è "promozione dell'omosessualità" mentre se un tale dice di no, non gli capita nulla.

fai 2 + 2 e vedi se continuare a dire che non è discriminatorio ha senso o se non è invece dettato da un pregiudizio

beh...per dirla in maniera semplice(ma non credo che sia un discorso semplicistico)...se devo evolvermi con il pensiero e socialmente lo devo fare in maniera che l'evoluzione continui da generazione in generazione...Quella gay è un'autolimitazione all'evoluzione perchè non genera una nuova generazione in grado di sviluppare ulteriormente la mia ricerca di evoluzione di pensiero.


#64 maggi

    Amateur

  • Marche
  • 411 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 19:22

Rodyti pranešimąsimone86, Dec 1 2010, 16:42, pasakė:

Sono contento che non siano concetti tuoi ma da tali parole "E non dimenticare mai che il bene più importante di una famiglia sono i figli, che per crescere sani hanno bisogno di una figura paterna e di una figura materna." si puo' benissimo evincere che se uno cresce senza un genitore possa divenire non sano mentalmente o (ok forzatura mia) fisicamente.

Ma poi, ci siete mai stati ad un gay pride? O parlate su cose che avete visto in tv? E in tv, si vede gente che fa sesso anale o orale o atti sessuali espliciti da far intervenire la polizia? Ecco magari avete visto queste cose e giustamente vi scandalizzate, io finora al massimo ho visto gente a petto nudo, gente che si baciava e gente vestita ben poco. Ok e' moralmente non giusto far vedere queste cose ai piccini pero' non c'e' problema a mostrare donne seminude che sono trattate come oggetti, a mostrare come si diventa famose se la/lo si da' a gente importante, a rendere oggettivamente semplice l'accesso a siti porno a qualunque persona, anche quindi ai bambini e, piu' in genere, a trasmettere messaggi ben poco educativi? Certo, direte voi, anche quelli son problemi; e allora perche' tanto astio per delle carnevalate del genere che pure tanti omosessuali non appoggiano in quanto tali e dunque screditanti? Insomma se uno reputa il gay pride come il satana della famiglia al massimo cambia canale e cosi' si protegge e chi e' in citta' non ci va. Invece diventa dura evitare messaggi schifosi che ci provengono da tutto il mondo mediatico ed e' su questo che la gente dovrebbe seriamente indignarsi invece che informarsi morbosamente.
Ho pero' la sensazione che molte persone siano vaccinate alle brutture del mondo ma quando si tratta di omosessuali tiriamo tutti dal taschino il nostro vangelo personale e ci indignamo. Un po' come spesso accade negli States quando scoprono un serial killer o un pazzo omicida ed intervistano la gente che dice "era un brav uomo, andava sempre in chiesa e leggeva sempre la Bibbia"


Si parlava di manifestazioni, violente e oscene ed in particolare dei gay pride.
Violente e deprecabili per me sono anche le manifestazioni di protesta degli studenti di questi giorni.
Io ed altri mi pare che non abbiamo solamente evidenziato la sconcezza di tali manifestazioni, ma abbiamo soprattutto sottolineato che le stesse allontanano i veri problemi del mondo gay dalla gente.
Hai ragione quando dici che il malcostume dei media in generale produce male magari anche in maniera maggiore.
Ma se ci mettiamo anche a parlare di questo potremmo andare avanti per giorni.
Rispondendo ad altri invece, dico che un pensiero che ama seguire le leggi della natura non si potrà mai formare al seguito di scritti "Contro natura".


#65 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 20:01

Rodyti pranešimąmaggi, Dec 1 2010, 17:22, pasakė:

Si parlava di manifestazioni, violente e oscene ed in particolare dei gay pride.
Violente e deprecabili per me sono anche le manifestazioni di protesta degli studenti di questi giorni.
Io ed altri mi pare che non abbiamo solamente evidenziato la sconcezza di tali manifestazioni, ma abbiamo soprattutto sottolineato che le stesse allontanano i veri problemi del mondo gay dalla gente.
Hai ragione quando dici che il malcostume dei media in generale produce male magari anche in maniera maggiore.
Ma se ci mettiamo anche a parlare di questo potremmo andare avanti per giorni.
Rispondendo ad altri invece, dico che un pensiero che ama seguire le leggi della natura non si potrà mai formare al seguito di scritti "Contro natura".

rispondimi sinceramente ora....facciamo un esempio: e se nella tua sfera privata familiare o di amici venissi a sapere che qualcuno è "contro natura" come piace definire a te e altri utenti che hanno risposto al topic e lo vedessi che si bacia o abbraccia teneramente con un altro uomo, come ti comporteresti?
saresti così intransigente come sul forum o tenteresti di essere comprensivo e di parlarci con apertura mentale, perchè in fondo ti senti vicino di sangue o affettivamente?
facile categorizzare essendo distanti dal problema, ma quando ti tocca direttamente si cambia velocemente comportamento.
Giro la stessa domanda anche agli altri come Sigmund ecc e vi prego di essere sinceri


#66 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 20:18

aggiungo : gli diresti che è sbagliato essere "contro natura" e cercheresti di redimerlo verso la strada più "giusta" quale i sani valori di una coppia eterossuale!!????


#67 maggi

    Amateur

  • Marche
  • 411 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 20:59

Rodyti pranešimąitalico, Dec 1 2010, 18:01, pasakė:

rispondimi sinceramente ora....facciamo un esempio: e se nella tua sfera privata familiare o di amici venissi a sapere che qualcuno è "contro natura" come piace definire a te e altri utenti che hanno risposto al topic e lo vedessi che si bacia o abbraccia teneramente con un altro uomo, come ti comporteresti?
saresti così intransigente come sul forum o tenteresti di essere comprensivo e di parlarci con apertura mentale, perchè in fondo ti senti vicino di sangue o affettivamente?
facile categorizzare essendo distanti dal problema, ma quando ti tocca direttamente si cambia velocemente comportamento.
Giro la stessa domanda anche agli altri come Sigmund ecc e vi prego di essere sinceri


Scusa il ritardo, sono in ufficio ogni tanto lavoro pure, poco ma qualcosa devo pur fare.
Te lo metto per "INCISO":
C'è la regola. ma c'è anche l'eccezione, non per ripetermi ma le eccezioni come ci hanno insegnato confermano la regola.
La natura ha il suo corso con regole ed eccezioni.
Io, ti dico con franchezza e sincerità, che discrimino famiglie al di fuori di uno schema classico (definitelo pure borghese, bigotto, antico, etc. etc.), uomo e donna con figli propri o di adozione.
Per il resto, ciascun individuo ha il diritto di vivere la propria vita come vuole, in particolare celebrare le proprie unioni come meglio intende sempre nel rispetto delle regole.
Per dirti di più carissimo italico, io opero nel settore dell'abbigliamento, sono molto a contatto con persone che magari grazie ad un certo tipo di ambiente sono libere e tranquille di manifestare la loro natura omosessuale.
Persone di talento ed educazione che lasciano stupiti.
Non solo collaboratori, anche amici, che magari hanno già formato delle coppie.
Ne conosco e frequento diversi e, credimi non mi scandalizzo dei loro atteggiamenti e delle loro effusioni.
Con loro discuto spesso di questi argomenti, in qualche punto ci troviamo d'accordo e in altri punti dissento fortemente.
Ma credimi, questa gente non partecipa ai gay pride, anzi detesta fortemente queste manifestazioni.
L'omofobia non mi appartiene, ma ciò non mi porta purtroppo all'accettazione di altri tipi di famiglia oltre quella che tu ben sai.
Io posso trovarmi dì'accordo sul fatto che tutti abbiano il diritto di coppia, omosessuali compresi, ma da qui al diritto di avere pargoli da educare c'è un abisso.
Penso di essere stato chiaro, ora il fascista, classista, razzista, omofobo, puttaniere e chi più ne ha più ne metta, Vi saluta con affetto (etero).

Iki


#68 icekemia

    ItaLietuver

  • Vilnius
  • 3.250 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 21:41

Rodyti pranešimąFabius, Dec 1 2010, 17:00, pasakė:

l'equivoco sta nel credere che se si proibisce la promozione di un modello di comportamento, nons i sta facendo una discriminazione. Al di fuori del tabù sessuale, se si proibisse in un paese civile come la Lituania la promozione di un modello che non ha queste implicazioni sessuali, salterebbero tutti su urlando. Capisco che non sia facilissimo da cogliere, ma una delle prime cose che mi è stato insegnato a Giurisprudenza è che per valutare la portata di una norma non ci sideve limitare alla fattispecie riportata, ma capirne il metodo.

Togli il termine omosessuale e sostitiscilo con un comportamento che invece ti sta a cuore.

Se non si impara a ragionare per principi si finisce nel confondere per "contestualizzazione" quello che è preconcetto bello e buono.


l'omicidio è omicidio ma se lo fai per difendere la vita di qualcun altro assume una connotazione diversa
io sono convinto che dietro un'azione ci sia sempre un processo decisionale e quando non si è al corrente di quel processo è facile giudicare in maniera scorretta
non conta la giurisprudenza basta un po' di logica e buon senso

Rodyti pranešimąFabius, Dec 1 2010, 17:59, pasakė:

Già... e pensa cosa capiterebbe se venisse fuori una proposta di legge in Lituania o in Italia che colpisce con una ammenda la "promozione della bibbia"...
La repressione di idee religiose in diverse parti del mondo è all'ordine del giorno, ma credo che se qui scrivo che va condannata la epressione dei cristiani in Sudan, difficilmente mi sento rispondere che va contestualizzato.
In Iran i baha'i non possono seguire studi superiori e la diffusione della religione baha'i è proibita... però le autorità iraniane sostyengono che non c'è discriminazione dei diritti... in fondo possono votare, lavorare etc.


ci sono tanti paesi dove professare il proprio credo pubblicamente è vietato
anche dove è consentito celebrare le messe non è possibile palesare le proprie credenze fuori dall'edificio chiesa
eppure non solo molta gente non si indigna ma si auspica qualcosa di simile anche in italia e negli altri paesi
e allora viene da chiedersi dove sta la coerenza, supporto agli omosessuali ma la chiesa deve essere criminalizzata

Rodyti pranešimąitalico, Dec 1 2010, 18:14, pasakė:

si il matrimonio è sempre stato culturalmente il primo passo verso la procreazione perchè la religione (mi piace insistere con la religione e non lo faccio per convenienza o facilità) non lasciava e non lascia la vera libertà agli esseri umani di essere davvero se stessi, diciamo che fin dalla notte dei tempi si incanalavano le menti su binari ben stabiliti e guai a essere diversi, alla fine anche chi centrava poco o nulla con la religione veniva toccato. L'evoluzione dell'uomo ha e deve avere chiaramente dei limiti.
E perchè una coppia omosessuale non può essere considerata famiglia!? non parlo di coppie sposate in chiesa, parlo di coppie unite civilmente.

no infatti non sarà colpa del papa o della morale cattolica, ma da migliaia d'anni passati seguendo i loro dogmi...e capisco che sarà molto difficile da sradicare questa idea dalle menti degli uomini. Purtroppo siamo tutti abituati a seguire ciò che dice la massa


trovare che la religione sia di imposizione di un modello di vita di qualche tipo e non invece la naturale propagazione della propria cultura lo trovo un errore molto diffuso oggi giorno
la religione non impedisce di pensare con la propria testa, la fede non è ascoltare quello che dice il papa, anche se qualcuno vuole farlo intendere
ci sono diversi tipi di società che compaiono nella storia dell'antropologia umana
ma come mai praticamente ovunque si è diffusa la struttura familiare con padre-madre-figli?
sarebbe facile rispondere che altri tipi di struttura non avrebbero potuto resistere nel tempo causa impossibilità a procreare

l'ultima tua frase è quello che spesso mi ritrovo a dire io, siamo (sono gli altri :whistle: ) tutti abituati a seguire ciò che dice la massa
e la deriva antireligiosa attuale spinge molti a dare la colpa di molte cose alle religioni, dimenticando che chi le interpreta sono uomini che spesso le utilizzano per i propri scopi, né più né meno come le leggi o le altre strutture sociali, dalle oligarchie che oggi chiamiamo democrazie fino ai posti di lavoro
non è la religione in sé il problema

Rodyti pranešimąitalico, Dec 1 2010, 19:01, pasakė:

rispondimi sinceramente ora....facciamo un esempio: e se nella tua sfera privata familiare o di amici venissi a sapere che qualcuno è "contro natura" come piace definire a te e altri utenti che hanno risposto al topic e lo vedessi che si bacia o abbraccia teneramente con un altro uomo, come ti comporteresti?
saresti così intransigente come sul forum o tenteresti di essere comprensivo e di parlarci con apertura mentale, perchè in fondo ti senti vicino di sangue o affettivamente?
facile categorizzare essendo distanti dal problema, ma quando ti tocca direttamente si cambia velocemente comportamento.
Giro la stessa domanda anche agli altri come Sigmund ecc e vi prego di essere sinceri


voler bene a una persona significa accettarla, quindi cercare di cambiarla sarebbe sbagliato
mi infastidiscono le manifestazioni d'affetto di mia sorella con suo marito, figuriamoci quelle di un eventuale parente omosessuale :)
posso dirti che guando due uomini si baciano in tv la cosa mi infastidisce, non è un retaggio culturale o religioso, è qualcosa di istintivo


#69 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 22:18

Rodyti pranešimąmaggi, Dec 1 2010, 18:59, pasakė:

Scusa il ritardo, sono in ufficio ogni tanto lavoro pure, poco ma qualcosa devo pur fare.
Te lo metto per "INCISO":
C'è la regola. ma c'è anche l'eccezione, non per ripetermi ma le eccezioni come ci hanno insegnato confermano la regola.
La natura ha il suo corso con regole ed eccezioni.
Io, ti dico con franchezza e sincerità, che discrimino famiglie al di fuori di uno schema classico (definitelo pure borghese, bigotto, antico, etc. etc.), uomo e donna con figli propri o di adozione.
Per il resto, ciascun individuo ha il diritto di vivere la propria vita come vuole, in particolare celebrare le proprie unioni come meglio intende sempre nel rispetto delle regole.
Per dirti di più carissimo italico, io opero nel settore dell'abbigliamento, sono molto a contatto con persone che magari grazie ad un certo tipo di ambiente sono libere e tranquille di manifestare la loro natura omosessuale.
Persone di talento ed educazione che lasciano stupiti.
Non solo collaboratori, anche amici, che magari hanno già formato delle coppie.
Ne conosco e frequento diversi e, credimi non mi scandalizzo dei loro atteggiamenti e delle loro effusioni.
Con loro discuto spesso di questi argomenti, in qualche punto ci troviamo d'accordo e in altri punti dissento fortemente.
Ma credimi, questa gente non partecipa ai gay pride, anzi detesta fortemente queste manifestazioni.
L'omofobia non mi appartiene, ma ciò non mi porta purtroppo all'accettazione di altri tipi di famiglia oltre quella che tu ben sai.
Io posso trovarmi dì'accordo sul fatto che tutti abbiano il diritto di coppia, omosessuali compresi, ma da qui al diritto di avere pargoli da educare c'è un abisso.
Penso di essere stato chiaro, ora il fascista, classista, razzista, omofobo, puttaniere e chi più ne ha più ne metta, Vi saluta con affetto (etero).

Iki

non voglio dilungarmi ulteriormente, anche perchè apprezzo la sincerità della tua risposta come quella di maurizio.


#70 Sigmundflower

    Sigmundflower

  • Validating
  • AkisAkisAkisAkisAkis
  • 8.651 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 23:09

Rodyti pranešimąitalico, Dec 1 2010, 18:01, pasakė:

rispondimi sinceramente ora....facciamo un esempio: e se nella tua sfera privata familiare o di amici venissi a sapere che qualcuno è "contro natura" come piace definire a te e altri utenti che hanno risposto al topic e lo vedessi che si bacia o abbraccia teneramente con un altro uomo, come ti comporteresti?
saresti così intransigente come sul forum o tenteresti di essere comprensivo e di parlarci con apertura mentale, perchè in fondo ti senti vicino di sangue o affettivamente?
facile categorizzare essendo distanti dal problema, ma quando ti tocca direttamente si cambia velocemente comportamento.
Giro la stessa domanda anche agli altri come Sigmund ecc e vi prego di essere sinceri

Non ho parenti omosessuali, in passato ho frequentato una coppia di lesbiche e ti devo dire che vivevano il loro amore con riservatezza.non ci siamo mai trovati a parlare di questi argomenti.
Anche io se vedo una coppia di uomini fare effusioni, istintivamente mi infastidisco...ma credo anche che se fosse un mio amico alla fine non ci farei più caso..rimane il fatto che a me danno fastidio anchje gli etero che esagerano in pubblico.Sono un tipo che non ha piacere a vedere le esagerazioni ...per questo prima ho fatto anche il riferimento alle Love Parade!!!

molti di quelli che manifestano in maniera così plateale sono i primi a non sentirsi bene con se stessi, secondo me!!!


#71 simone86

    ItaLietuver

  • Piemonte
  • 1.022 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 23:23

sig alla love parade ci va gente che vuol sentire musica elettronica :) il carnevale di rio è più osceno!


#72 Sigmundflower

    Sigmundflower

  • Validating
  • AkisAkisAkisAkisAkis
  • 8.651 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 23:43

Rodyti pranešimąsimone86, Dec 1 2010, 21:23, pasakė:

sig alla love parade ci va gente che vuol sentire musica elettronica :laugh: il carnevale di rio è più osceno!

dici :laugh: ...io non ci sono mai stato ad una love parade....ma ho visto dei filmati che possiamo discute un tantino se vuoi....forse la mia è invidia per non essermi mai trovato lì :) ...ma l'unico eccesso per me è la birra B) :whistle: :whistle:


#73 simone86

    ItaLietuver

  • Piemonte
  • 1.022 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 23:58

allora vuoi abolire la love parade per invidia eh! ammettilo :) mah comunque di solito è piena di gente piena di alcol e/o droghe, quindi di tutto può succedere


#74 Vito61

    Vito61

  • Lombardia
  • 3.258 Pranešimai

Parašė 01 gruodžio 2010 - 23:59

E credete davvero basti un’ammenda per proteggere i minori dalle "denigrazioni dei valori della famiglia" incoraggiando così i pargoli all’ unico, vero concetto di matrimonio e di famiglia? Se questo è l’intento allora la risposta della politica è risibile, infantile come coloro che si vogliono proteggere e puramente ideologica.
La politica è tenuta a dare risposte politiche per gestire con successo tutte le ansie e le diseguaglianze della società, non radicalizzare lo scontro sociale. Ho l’impressione che tutto nasca dalla bassissima considerazione della famiglia che hanno i politici lituani. Anziché sostenere quelle in difficoltà con onerosi piani nazionali di sostegno, la brillante risposta è: fare multe.
Aspetto le prossime proposte: vietare i videogiochi violenti (il 90% circa), vietare tutti i film ai minori di anni 40 e, proposta delle proposte, impedire la libera circolazione diurna a tutte le racchie e gli obesi.
Non oso lontanamente immaginare come la pensano sulla vita sessuale delle persone Dawn….


#75 Fabius

    ItaLietuver

  • Piemonte
  • 1.150 Pranešimai

Parašė 04 gruodžio 2010 - 19:19

Rodyti pranešimąSigmundflower, Dec 1 2010, 17:20, pasakė:

beh...per dirla in maniera semplice(ma non credo che sia un discorso semplicistico)...se devo evolvermi con il pensiero e socialmente lo devo fare in maniera che l'evoluzione continui da generazione in generazione...Quella gay è un'autolimitazione all'evoluzione perchè non genera una nuova generazione in grado di sviluppare ulteriormente la mia ricerca di evoluzione di pensiero.

in poche parole
1- non so chi ti ha insegnato che i gay non si possono riprodurre, ma sarebbe il caso di ridcordargli la differenza tra l'omosessualità e l'impotenza coeundi o generandi
2 - la tua affermazione, anche in buona fede, porta alla strada più pericolosa del mondo e giusto per far5ti capire tui dico che è stata seguita dai nazisti che ci tebvnevamo particolarmnete a stabilire le caraterrsistiche delle nuove generazioni


Non ho parole di fronte alla constatazione di come certe idee e preconcetti arbitrari e scientificamente destituiti di ogni fondamento rimangano sempre attive come un cancro anche nelle persone umane e in buona fede come te


#76 Sigmundflower

    Sigmundflower

  • Validating
  • AkisAkisAkisAkisAkis
  • 8.651 Pranešimai

Parašė 04 gruodžio 2010 - 20:50

Rodyti pranešimąFabius, Dec 4 2010, 17:19, pasakė:

in poche parole
1- non so chi ti ha insegnato che i gay non si possono riprodurre, ma sarebbe il caso di ridcordargli la differenza tra l'omosessualità e l'impotenza coeundi o generandi


Proviamo a mettere su tre isole diverse:
1) 3 coppie di uomini gay
2) 3 coppe di donne gay
3) 3 coppie eterosessuali

dimmi tu dove c'è possibilità che a distanza di 50 anni ci sia stato un incremento demografico (ho messo 3 coppie perchè potrebbe accadere che, casisticamente ci sia qualcunoi che abbia problemi di impotenza coeundi o generandi :laugh:


Rodyti pranešimąFabius, Dec 4 2010, 17:19, pasakė:

2 - la tua affermazione, anche in buona fede, porta alla strada più pericolosa del mondo e giusto per far5ti capire tui dico che è stata seguita dai nazisti che ci tebvnevamo particolarmnete a stabilire le caraterrsistiche delle nuove generazioni


Il fatto che l'abbiano seguita i nazisti non vuol dire che non sia stata seguita da altri sistemi sociali...anche da parte tua c'è sicuramente buona fede...ma anche un poco di pregiudizio mi sembra :woohoo:


Rodyti pranešimąFabius, Dec 4 2010, 17:19, pasakė:

Non ho parole di fronte alla constatazione di come certe idee e preconcetti arbitrari e scientificamente destituiti di ogni fondamento rimangano sempre attive come un cancro anche nelle persone umane e in buona fede come te

Forse perchè non sono poi così tanto preconcetti e non tanto scientificamente destituitì:woohoo:


#77 man67

    Expert

  • Lombardia
  • 997 Pranešimai

Parašė 06 gruodžio 2010 - 11:02

Rodyti pranešimąVito61, Dec 1 2010, 21:59, pasakė:

La politica è tenuta a dare risposte politiche per gestire con successo tutte le ansie e le diseguaglianze della società, non radicalizzare lo scontro sociale.


Questa e' una visione cattolica o comunista della politica, per altri la politica e' tenuta a dare poche ma buone regole generali di comune buonvivere e di dare la liberta' alle persone di decidere come gestire le proprie ansie e la loro vita. Ancora con questa serenita' del posto fisso :laugh: ormai dopo la parola solidarietà la seconda parola più popolare sulla bocca dei sinistri e precariato :woohoo: visto che il militare non c'e' piu far fare 1 anno obbligatorio in un ufficio di una piccola azienda privata schiarirebbe le idee a molti su cosa vuol dire la precarieta' del lavoro e sul concetto di ansia.

Dovrebbero insegnarlo a scuola che i bambini sono tutti uguali, mentri i grandi sono diversi perche' sono il frutto delle loro scelte e non le vittime di conseguenze o dell'ambiente in cui crescono.


#78 Fabius

    ItaLietuver

  • Piemonte
  • 1.150 Pranešimai

Parašė 06 gruodžio 2010 - 12:12

Rodyti pranešimąSigmundflower, Dec 4 2010, 18:50, pasakė:

Proviamo a mettere su tre isole diverse:
1) 3 coppie di uomini gay
2) 3 coppe di donne gay
3) 3 coppie eterosessuali

dimmi tu dove c'è possibilità che a distanza di 50 anni ci sia stato un incremento demografico (ho messo 3 coppie perchè potrebbe accadere che, casisticamente ci sia qualcunoi che abbia problemi di impotenza coeundi o generandi :laugh:

vuoi sapre dove? In un'isola che non hai indicato forse perché non corrisponde agli attuali valori della civiltà cattolica, ossia in un'isola poligamica con un rapporto uomo donna diverso la 1 a 1. In un'isola ad es con 1 uomo e 10 donne l'anno dopo vi sono potenzialmente 10 bambini, in un'isola con un uomo e una donn a l'anno dopo ci sarà in media un bambino (escluidendo in entrambi i casi i parti gemellari).
E' evidente che mettendo la questione in termini di riproduttività si rischia di trovarsi in mano un sistema di "ideologia sociale demografica"

Citata

Il fatto che l'abbiano seguita i nazisti non vuol dire che non sia stata seguita da altri sistemi sociali...anche da parte tua c'è sicuramente buona fede...ma anche un poco di pregiudizio mi sembra :woohoo:
Forse perchè non sono poi così tanto preconcetti e non tanto scientificamente destituitì:woohoo:

ne va da sé che altri sistemi sociali hanno seguito strade analoghe... se ti riferisci al comunismo è ovvio visto che di fatto nazismo e comunismo sono la stessa cosa e non solo perché hanno volutamente causato la morte di milioni di persone o perché sono ideologie antidemocratiche, ma soprattutto perché anche se su basi apparentemente differenti sono ideologie che presuppongono la assoluta prevalenza degli interessi di una collettività (classe, natio o che altro) sugli individui i cui diritti che possono essere (anzi devono) sacrificati senza problemi se, secondo l'ottica dominante, determinano un problema per la classe, la specie, l'etnia, la nazione, l'occidente etc. . E' questo il verme di fondo...
Se per pregiudizio intendi una qualche forma di maggior simpatia o tolleranza rispetto al comunismo, sbagli campana... per me nazifascismo e comunismo sono due facce della stessa medaglia tarocca, ma questo ci porterebbe fuori dal topic


#79 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai

Parašė 06 gruodžio 2010 - 22:31

Rodyti pranešimąitalico, Dec 1 2010, 18:01, pasakė:

rispondimi sinceramente ora....facciamo un esempio: e se nella tua sfera privata familiare o di amici venissi a sapere che qualcuno è "contro natura" come piace definire a te e altri utenti che hanno risposto al topic e lo vedessi che si bacia o abbraccia teneramente con un altro uomo, come ti comporteresti?
saresti così intransigente come sul forum o tenteresti di essere comprensivo e di parlarci con apertura mentale, perchè in fondo ti senti vicino di sangue o affettivamente?
facile categorizzare essendo distanti dal problema, ma quando ti tocca direttamente si cambia velocemente comportamento.
Giro la stessa domanda anche agli altri come Sigmund ecc e vi prego di essere sinceri

Io conosco personalmente degli Omosessuali.
Conosco anche Scambisti, appassionati di Porno, e Porci in generale ...
Credo che si possa essere Omosex in un certo modo, come Eterosex in un certo modo...

Rispondo alla domanda : conosco omosex, certi li stimo, certi no. Sono persone. Non è la categoria che definisce un soggetto. Rimango non d'accordo per l'adozione agli Omo. Anche per quelli che stimo.
Proprio non capisco :-(

E poi, cosa centra politica e religione ??


#80 Fabius

    ItaLietuver

  • Piemonte
  • 1.150 Pranešimai

Parašė 07 gruodžio 2010 - 18:55

Rodyti pranešimąmanu69, Dec 6 2010, 20:31, pasakė:

E poi, cosa centra politica e religione ??

tutto :-)