Warning: Illegal string offset 'html' in /home/smartsup/public_html/italietuva.com/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php on line 926
Falce E Martello Banditi In Lituania - ItaLietuva Forum - Puslapis 3

Peršokti prie turinio


Falce E Martello Banditi In Lituania


98 atsakymai šioje temoje

#41 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 01:13

Rodyti pranešimąman67, Jun 25 2008, 14:39, pasakė:

Anziche dare 1000 € alui e 1000 € allo stato qualsiasi imprenditore sarebbe piu felice di dare 1500 € al dipendente e 500 € allo stato cosi avremo dipendenti piu gratificati. Il problema e che con soli 500 € lo stato non riesce a mandare avanti il suo carrozzone


Adesso è più assimilabile il concetto. ;)

Tutto il problema sta, credo, nel contrasto tra Individualità Latina e concetto di Stato: in Italia tutto quello che è "statale" è un pozzo da cui tutti possono "attingere", nei più svariati modi, e per attingere bisogna che qualcuno "versi".....: il dipendente, incastrato nella sua busta paga, il pensionato, l'imprenditore onesto, che presto fallirà, e qualche altro....


#42 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 03:27

Rodyti pranešimąVito61, Jun 26 2008, 21:24, pasakė:

Fare l'elogio del comunismo e dei suoi crimini è per me esercizio mentale quasi impossibile...




Io che il comunismo non l'ho mai capito, ho semplicemente letto, evitando i libri di Gianni Minà.
Successivamante non ho ceduto alla tentazione di tatuarmi Che Guevara sul braccio e di appendere
la bandiera Cubana nella mia camera da letto. In alternativa ho preferito Gesù Cristo che è
l'unico vero comunista che sia mai esistito( secondo me) e il poster dei Deep Purple. Per la
verità, comprai una copia dei pensieri di Mao, che all'epoca era cool, ma dopo aver letto le
prime due righe scelsi di utilizzarla come spessore per il mio tamburo
da studio, così da evitare oscillazioni( aveva una copertina di plastica scadente, rossa e ruvida).
Non sono mai riuscito ad ascoltare una canzone di Guccini per più di 20 secondi e non conosco a
memoria nemmeno una canzone di Venditti. Questo è più o meno il mio background.
Spero di non essere scortese nei tuoi confronti e faccio alcune precisazioni, secondo me
necessarie.
Gli americani aveva a Cuba interessi economici e alla rivoluzione Castrista guardarono inizialmente
con favore, sperando nella prima operazione democratica in america latina, poi le cose andarono come
sappiamo. Certamente gli Americani non sono in odore di santità, ma sostenere che Cuba
è l'esempio lampante del fallimento Americano anticomunista, mi pare eccessivamente fazioso, sorry.
Gli americani, con l'embargo si danno la zappa sui piedi da 60anni, certamente. Anche se è
doveroso ricordare che l'embargo lo subiscono solo gli indigeni cubani, i turisti che da anni
affollano hotels e le spiagge caraibiche di Cuba, possono mangiare quello che desiderano, scegliendo
da ogni ben di dio, possono rifornirsi di materiale tecnologico come nei loro paesi. Questo miracolo
non si è mai capito come avvenga... I Cubani sono costretti a mangiare su pezzi di cartone con forchette
di legno e certamente 40anni d'embargo sfiancano anche i più resistenti, ecco la ragione per la
quale mezza Cuba è scappata trasferendosi in Florida( nella bocca del nemico?).
I meno fortunati sono annegati nel tentativo di scappare su mezzi di fortuna o uccisi a mitragliate.
In effetti dopo il crollo sovietico, il Castrismo si è rivelato per quello che è: una dittatura ferocissima
che all'esterno veniva spacciata per lotta terzomondista( I turisti non possono girare liberamente l'isola).
Tu dici che i cubani se si fossero stufati avrebbero potuto sovvertire l'ordine delle cose, defenestrando Castro. Io quindi potrei sostenere che la Bielorussia non ribalta il regime perchè orgogliosa della lotta contro il demonio occidentale e in nome della lotta terzomondista?


Attribuire a Truman la responsabilità per i morti Italiani legati alla strategia della tensione, mi pare veramente
un esercizio fuori dal mondo.


#43 Vito61

    Vito61

  • Lombardia
  • 3.258 Pranešimai
  • City:Molfetta-Brescia
  • Province:Brescia (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 13:36

Scopro (con piacere) che pur partendo da esperienze diverse, ci accomuna l'insostenibile insofferenza per Guccini, ma ancor di più, la misurata ammirazione per i Deep Purple.

A Truman non addebito la responsabilità diretta delle vittime italiane, segnalavo come quel discorso (l'ormai storica dottrina del contenimento del comunismo e dell'espansione Russa) avesse improvvisamente risvegliato l'America da un profondo torpore. Gli USA si impegnavano ad esercitare la leadership mondiale dei popoli liberi contro il comunismo.
Partendo da questo presupposto, tutti i presidenti americani che si sono succeduti hanno condiviso, personalizzato ed attuato quella dottrina. "Noi non tollereremo mai una nazione comunista vicina a noi" era il leitmotiv preferito. Che tradotto vuol dire faremo di tutto per impedire che ciò accada. Costi quel che costi. La storia è davanti agli occhi di tutti.In America Latina hanno avuto vita facile. In Europa è stato più difficile.

É indubbio che l’intreccio fra storia, indagini giudiziarie e potere politico sia complesso, a volte inestricabile a volte non aderente perfettamente alla realtà. Ma che l'unico scopo della "strategia della tensione" fosse creare un clima di paura nel paese che portasse ad un sovvertimento della democrazia, è ormai dato storicamente acquisito. E non per instaurare un regime comunista.

In questa opera, la CIA quanto il KGB si spartiscono equamente le colpe.

Ritornando IT, per pura dialettica aggiungerei che tutti i totalitarismi sono storicamente uguali. Dal punto di vista della struttura centralizzata di cui si valgono, così come dal punto di vista della organizzazione della società e delle strategie attuative. Vedo però una profonda diversità nei fini, negli scopi. Quelli del nazi-fascismo non erano gli stessi del comunismo.


#44 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 16:48

Rodyti pranešimąVito61, Jun 27 2008, 13:36, pasakė:

Scopro (con piacere) che pur partendo da esperienze diverse, ci accomuna l'insostenibile insofferenza per Guccini, ma ancor di più, la misurata ammirazione per i Deep Purple...




Se non ricordo male ci accomuna anche la moderata ammirazione per i Led Zeppelin :rolleyes: .



Al popolo americano non invidio nulla, perchè grazie a loro non sono cresciuto dentro i blokinis, non ho

sognato di mangiare una banana come si trattasse di un terno al lotto, ho potuto indossare i jeans

scegliendo marca e taglia. Porto il la croce di Cristo al collo e nessuno me lo ha mai proibito.

Per sostenere le mie idee non ho dovuto fare la rivoluzione contro nessuno. Nessuno mi proibiva

di lasciare la mia nazione per andare dove mi pareva e piaceva.

Quando la Federazzione Russa era Unione Sovietica e conteneva anche i paesi baltici, io ci sono stato. Ecco perchè nessuno mi toglie dalla testa che la falce e il martello rappresentano una delle piaghe più profonde della

storia dell'umanità. Esattamente come il nazismo che è durato meno e nonostante tutto ha prodotto un numero assai inferiore di vittime.



Personalmente dico grazie all'america per averci liberato dal fascismo, nazismo e comunismo. Per aver

contribuito alla rinascita Italiana ed Europea con i sostanziosi contributi del piano Marshall, e pagando

un prezzo altissimo in termini di vite umane.

Il resto è storia ed è logico che la libertà ha un prezzo. Solo che noi abbiamo usufruito dello lo sconto del 50%, proprio grazie agli americani. I morti Italiani legati alla strategia della tensione, fanno parte di un progetto nostalgico tutto Italiano, col contributo di loggia massonica e compagnia bella. L'america non aveva alcun interesse a piazzare bombe sui treni Italiani. Bisogna chiedere a Gheddafi e forse qualche risposta arriverà.

Non sono innamorato dell'america, ma riconosco che rispetto a, comunismo, nazismo, fascismo, castrismo, Cina ecc.ecc. E' il male molto molto molto minore.


#45 AlVit

    ItaLietuver

  • Veneto
  • 1.788 Pranešimai
  • City:Venexia
  • Province:Venezia (Veneto)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 17:15

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 15:48, pasakė:

Non sono innamorato dell'america, ma riconosco che rispetto a, comunismo, nazismo, fascismo, castrismo, Cina ecc.ecc. E' il male molto molto molto minore.


e se tu fossi nato americano ... magari ti stupiresti, anche, gli altri ce l'abbiano con te ... :rolleyes:


#46 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 17:45

Rodyti pranešimąAlVit, Jun 27 2008, 17:15, pasakė:

e se tu fossi nato americano ... magari ti stupiresti, anche, gli altri ce l'abbiano con te ... :rolleyes:




Sono nato in Italia ed ho scoperto che certuni ce l'avevano con noi, poi più tardi ho capito che alcuni Italiani del nord ce l'avevano con me perchè sono Siciliano. Nulla mi stupisce caro Alvit. Sopratutto

perchè certe cose le ho viste con i miei occhi e le ho provate sulla mia pelle. Al peggio non c'è mai fine.

Fare la lotta rivoluzionaria, sfoggiando la falce e martello, indossando la maglietta con stampato Che Guevara mentre si è ospiti fino a 40anni a casa dei genitori, studenti fuori corso e stracolmi di gadget tecnologici, e senza nemmeno sapere bene dove si trova Cuba, piuttosto che Minsk è una partita facile facile :woohoo: .


#47 Vito61

    Vito61

  • Lombardia
  • 3.258 Pranešimai
  • City:Molfetta-Brescia
  • Province:Brescia (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 17:52

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 15:48, pasakė:

Se non ricordo male ci accomuna anche la moderata ammirazione per i Led Zeppelin :rolleyes: .



Al popolo americano non invidio nulla, perchè grazie a loro non sono cresciuto dentro i blokinis, non ho

sognato di mangiare una banana come si trattasse di un terno al lotto, ho potuto indossare i jeans

scegliendo marca e taglia. Porto il la croce di Cristo al collo e nessuno me lo ha mai proibito.

Per sostenere le mie idee non ho dovuto fare la rivoluzione contro nessuno. Nessuno mi proibiva

di lasciare la mia nazione per andare dove mi pareva e piaceva.

Quando la Federazzione Russa era Unione Sovietica e conteneva anche i paesi baltici, io ci sono stato. Ecco perchè nessuno mi toglie dalla testa che la falce e il martello rappresentano una delle piaghe più profonde della

storia dell'umanità. Esattamente come il nazismo che è durato meno e nonostante tutto ha prodotto un numero assai inferiore di vittime.



Personalmente dico grazie all'america per averci liberato dal fascismo, nazismo e comunismo. Per aver

contribuito alla rinascita Italiana ed Europea con i sostanziosi contributi del piano Marshall, e pagando

un prezzo altissimo in termini di vite umane.

Il resto è storia ed è logico che la libertà ha un prezzo. Solo che noi abbiamo usufruito dello lo sconto del 50%, proprio grazie agli americani. I morti Italiani legati alla strategia della tensione, fanno parte di un progetto nostalgico tutto Italiano, col contributo di loggia massonica e compagnia bella. L'america non aveva alcun interesse a piazzare bombe sui treni Italiani. Bisogna chiedere a Gheddafi e forse qualche risposta arriverà.

Non sono innamorato dell'america, ma riconosco che rispetto a, comunismo, nazismo, fascismo, castrismo, Cina ecc.ecc. E' il male molto molto molto minore.

:woohoo: :P :laugh: Già, i mitici Zeppelin...
L'Amerika è sempre l'America. Paese straordinario, unico. Davvero un faro per intere e diverse categorie umane! L'immagine degli USA che avevo da ragazzo era quella di gente allegra ed opulenta, al contrario di quelle russe, tristi ed affamate (ed in parte credo di aver ragione).

Il fascino del comunismo sui giovani credo dipenda da questa grande utopia dell'uguaglianza, della emancipazione totale basata sul presupposto che il capitalismo fosse quello che aveva sempre reso impossibile la piena liberazione dell'uomo. Vabbè...

Quando torni in Italia per goderti la nostra Sicilia?


#48 AlVit

    ItaLietuver

  • Veneto
  • 1.788 Pranešimai
  • City:Venexia
  • Province:Venezia (Veneto)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 18:26

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 16:45, pasakė:

Sono nato in Italia ed ho scoperto che certuni ce l'avevano con noi, poi più tardi ho capito che alcuni Italiani del nord ce l'avevano con me perchè sono Siciliano. Nulla mi stupisce caro Alvit. Sopratutto

perchè certe cose le ho viste con i miei occhi e le ho provate sulla mia pelle. Al peggio non c'è mai fine.

Fare la lotta rivoluzionaria, sfoggiando la falce e martello, indossando la maglietta con stampato Che Guevara mentre si è ospiti fino a 40anni a casa dei genitori, studenti fuori corso e stracolmi di gadget tecnologici, e senza nemmeno sapere bene dove si trova Cuba, piuttosto che Minsk è una partita facile facile :rolleyes: .


io sono nato in Cile ... la mia famiglia è ritornata in italia perchè Allende aveva nazionalizzato l'industria che aveva mio papà con altri soci italiani... mio nonno era italiano-austriaco-tedesco ... ed era scappato dall'italia dopo la guerra ... ho conosciuto "colonia dignitad" ed era naturale per me cantare "faccetta nera " o "giovinezza" ... ma io sono ritornato in Cile dopo la caduta di Pinochet ... e ho parlato e conosciuto gli ex soci di mio papà che hanno fatto una fortuna in denaro ...dopo che il Dittatore socio-americano era ritornato al potere... e ho parlato e conosciuto anche i loro operai , i campesinos e gli indios e i huasos che ci lavoravano e che ci lavorano tuttoggi , per loro...e devo dire che in quel momento ho cambiato ideologia ... proprio in quei 2 anni di vita e di viaggi in sudamerica ...ho provato una "illogica" ?? avversione verso gli americani e stranieri in genere , quegli stessi che sfruttano i sudamericani ...illogico , da straniero io stesso ...
Cuba la conosco .. non da turista .. mia mamma ha conseguito il passaporto cubano ed ha 1 casa a l'havana... non mi stupisco ,quindi, che qui state a filosofare ... come si può scrivere parlando di calcio visto solo alla televisone o letto sui giornali ... c@zzate ... per una buona parte... così come potete parlare dell'imperatore Tiberio o di Giulio cesare ... nessuno di noi comprenderà mai nemmeno lontanamente l'ideologia di quelle persone che ci vivevano assieme ...


#49 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 19:50

Rodyti pranešimąAlVit, Jun 27 2008, 18:26, pasakė:

io sono nato in Cile ...




Alvit, io per abitudine non giudico le opinioni altrui come cazzate, indipendentemente dal mio punto di vista.

Non ti conosco, e non mi riferivo a te, ovviamente, lo dicevo in generale, guardando quello che succede in Italia.

Io sono nato a Catania, quando la mafia decideva se potevi lavorare o meno, piuttosto che campare.

M'hanno ammazzato un amico a due metri da me.

Mio padre non aveva fabbriche cosi come mio nonno e il mio bisnonno fino alla settima generazione.

Nessuno di loro era comunista, in tutti i casi. Andavano a lavorare e si gudagnavano il pane, non avevano

tempo da perdere coi pensieri di Mao e la lotta terzomondista, visto che il terzomondo era in casa propria.

Sono stato sbattuto in prigione per un paio di giorni in un paese satellite dell'unione sovietica. Esperienza che non auguro nemmeno al mio peggior nemico.

Ho lavorato nel nord Italia, trascinando tubi manesmann, mentra alcuni colleghi di lavoro si rivolgevano a me chiamandomi: Ebreo, sottosviluppato, scendi dall'albero, africano, senza Dio, ecc.ecc. Quando mi chiamavano terrone si trattava di una gentilezza.

Conosco Cuba, ci sono stato alcune volte anni fa per questioni di lavoro.

Ci sono tante altre cose che potrei scrivere, ma fanno parte del mio personale molto intimo e preferisco evitare.

Rispetto il tuo passato e la tua opinione, t'invito a fare lo stesso con chi non la pensa come te.

Per tua informazione non sono filoamericano, ma riconosco i meriti dell'america che ha garantito la libertà

agli Europei e quindi anche a te che oggi puoi decidere o meno se le cose che scrivo io sono cazzate.

La filosofia ricerca la verità caro Alvit, e la storia l'hanno fatta e scritta altri, mica io o tu.

Io cerco di capire e sostenere la mia opinione, giusta o sbagliata che sia, senza accusare nessuno di dire cazzate. Il tuo background non è sufficiente quindi per pontificare.


#50 AlVit

    ItaLietuver

  • Veneto
  • 1.788 Pranešimai
  • City:Venexia
  • Province:Venezia (Veneto)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 20:15

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 18:50, pasakė:

Io cerco di capire e sostenere la mia opinione, giusta o sbagliata che sia, senza accusare nessuno di dire cazzate. Il tuo background non è sufficiente quindi per pontificare.


non pontifico ... non mi piacciono i predicatori , i filosofi , e chiunque pretende di essere a conoscenza della verità ... e trovo che sono i veri seminatori di c@@@@te, come tutti i sistemi nel quali ci stringiamo a difendere , a vivere ed assicurare come i migliori , peggiori , etc...
... ma questo lo dico ... perchè di tempo da perdere ne ho in abbondanza anch'io ...


#51 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 20:43

Rodyti pranešimąAlVit, Jun 27 2008, 20:15, pasakė:

non pontifico ... non mi piacciono i predicatori , i filosofi , e chiunque pretende di essere a conoscenza della verità ... e trovo che sono i veri seminatori di c@@@@te, come tutti i sistemi nel quali ci stringiamo a difendere , a vivere ed assicurare come i migliori , peggiori , etc...
... ma questo lo dico ... perchè di tempo da perdere ne ho in abbondanza anch'io ...




Ognuno è libero di dire quello che vuole ed abbracciare quello che gli pare. Rispettando le opinioni altrui, quindi anche la tua.

Questo è l'invito che ti rivolgo.

La filosofia non è la verità ma la ricerca della verità. Alcuni filosofi ci hanno insegnato la differenza tra esseri umani piuttosto che animali, cioè, ci hanno regalato la morale. Io ho perso parecchio tempo leggendo libri e opinioni altrui che a volte sono diventate mie.



Rodyti pranešimąVito61, Jun 27 2008, 17:52, pasakė:

:rolleyes: :woohoo: :P Già, i mitici Zeppelin...
L'Amerika è sempre l'America. Paese straordinario, unico. Davvero un faro per intere e diverse categorie umane! L'immagine degli USA che avevo da ragazzo era quella di gente allegra ed opulenta, al contrario di quelle russe, tristi ed affamate (ed in parte credo di aver ragione).



Sono d'accordo.

Il fascino del comunismo sui giovani credo dipenda da questa grande utopia dell'uguaglianza, della emancipazione totale basata sul presupposto che il capitalismo fosse quello che aveva sempre reso impossibile la piena liberazione dell'uomo. Vabbè...



è così.

In fondo si tratta di un ideale nobile, Cristiano, Marx non ha fatto altro che riprendere la parola di Gesù Cristo, solo che in tanti hanno frainteso...

Quando torni in Italia per goderti la nostra Sicilia?



Spero a settembre, ne ho una voglia matta!

In questo momento mi trovo a poche centinaia di chilometri dal polo nord, c'è una bella differenza :laugh:


#52 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 21:48

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 19:43, pasakė:



Mi viene in mente la testimonianza della nonna di mia moglie: "....... i tedeschi chiedevano viveri entrando nelle case con rispetto. I russi devastavano tutto...."
Io credo nella cultura di un popolo più che nelle forme politiche, la Germania Est, suppongo, sia stata più sviluppata dell'Urss.
I russi, tutt'ora che si definiscono Liberali, hanno una visione della Democrazia un po' distorta...

Tutto questo per dire che per analizzare la situazione di un Paese c'è da tener conto di vari fattori.

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 02:27, pasakė:

..... ho preferito Gesù Cristo che è l'unico vero comunista che sia mai esistito...


Non sono credente, lo ritengo "solo" il più grande dei profeti, ma sono d'accordo, e non ho mai capito i contrasti storici fra Chiesa e Comunismo, visto che da 2000 anni c'è un Papa che si affaccia dalla finestra e dice : "Voi, siete tutti Uguali !"

Scusate la schiettezza, non mi piace dilungarmi troppo, avrete altro da fare ... immagino. :rolleyes:


#53 Vito61

    Vito61

  • Lombardia
  • 3.258 Pranešimai
  • City:Molfetta-Brescia
  • Province:Brescia (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 21:50

Parla, parla! Vuota il sacco!! Voglio sentire il tuo parere! :rolleyes:
Ad esempio...come esportare la democrazia?


#54 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 22:02

Rodyti pranešimąmanu69, Jun 27 2008, 21:48, pasakė:

visto che da 2000 anni c'è un Papa che si affaccia dalla finestra e dice : "Voi, siete tutti Uguali !"

Scusate la schiettezza, non mi piace dilungarmi troppo, avrete altro da fare ... immagino. :woohoo:




Poi aggiunge: Ma non a me! Che ho la pelliccia d'ermellino, le scarpe fighissime e viaggio in mercedes e Boeing 777, faccio le vacanze dove cacchio mi pare e piace e sono pieno d'oro e onori, v'invito a l'idolatria.

Insomma faccio tutto quello che un buon Cristiano non dovrebbe fare :rolleyes:



Io sono Cristiano, non sono cattolico.



Oggi qui ai confini del mondo piove a dirotto, quindi sono in servizio permanente a forum, a rompere i "cosi" come al solito :P Quindi, scrivi pure Manu.


#55 Vito61

    Vito61

  • Lombardia
  • 3.258 Pranešimai
  • City:Molfetta-Brescia
  • Province:Brescia (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 22:05

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 21:02, pasakė:

Poi aggiunge: Ma non a me! Che ho la pelliccia d'ermellino, le scarpe fighissime e viaggio in mercedes e Boeing 777, faccio le vacanze dove cacchio mi pare e piace e sono pieno d'oro e onori, v'invito a l'idolatria.

Insomma faccio tutto quello che un buon Cristiano non dovrebbe fare :rolleyes:
Io sono Cristiano, non sono cattolico.
Oggi qui ai confini del mondo piove a dirotto, quindi sono in servizio permanente a forum, a rompere i "cosi" come al solito :woohoo: Quindi, scrivi pure Manu.


Strane coincidenze...Anche qui a Brescia piove a dirotto.
Ma perchè ancora oggi una buona fetta di anziani rimpiangono il comunismo ad est o il fascismo ad ovest?


#56 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 22:51

Rodyti pranešimąVito61, Jun 27 2008, 22:05, pasakė:

Ma perchè ancora oggi una buona fetta di anziani rimpiangono il comunismo ad est o il fascismo ad ovest?




Perchè erano giovani, e la memoria ormai non li aiuta più...


#57 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 23:38

Rodyti pranešimąLiside, Jun 27 2008, 21:02, pasakė:

Poi aggiunge: Ma non a me! Che ho la pelliccia d'ermellino, le scarpe fighissime e viaggio in mercedes e Boeing 777, faccio le vacanze dove cacchio mi pare e piace e sono pieno d'oro e onori, v'invito a l'idolatria.

Insomma faccio tutto quello che un buon Cristiano non dovrebbe fare :rolleyes:
Io sono Cristiano, non sono cattolico.
Oggi qui ai confini del mondo piove a dirotto, quindi sono in servizio permanente a forum, a rompere i "cosi" come al solito :woohoo: Quindi, scrivi pure Manu.


Più o meno è così, ma non combatto contro questo, e, credimi, non cambierei la mia vita con quella del Papa, o di X Ministro, ho molte meno rogne, e so che la felic... :laugh: ..serenità :P la trovo qui in "basso".

Preferisco le mie Spadrillas alle scarpe di Sua Santità. :laugh:


#58 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 birželio 2008 - 23:57

Rodyti pranešimąVito61, Jun 27 2008, 21:05, pasakė:

Ma perchè ancora oggi una buona fetta di anziani rimpiangono il comunismo ad est o il fascismo ad ovest?

Io credo, semplicemente, perchè si tende a ricordare le cose migliori, associate, in più, alla giovinezza, la quale in qualunque modo sia stata, è sempre meglio della vecchiaia.
Il passato non c'è più, i suoi problemi sono stati affrontati, quelli di adesso ci fanno paura...
(Escludo casi particolari: guerre, deportazioni, violenze...per le quali, spesso, viene preferita la morte alla memoria..........)

Poi, perchè un'istituzione forte rende tranquilli, ognuno sa cosa Deve fare.
Per vivere in democrazia serve una responsabilità, una maturità, una consapevolezza di sé, che pochissimi hanno; tali virtù individuali non si riflettono, di conseguenza, nel collettivo.


Poi, dubito che un milione di miliardari russi rimpianga il comunismo, trenta milioni di loro connazionali, morti di fame, forse si. I perchè, si sanno.


#59 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 28 birželio 2008 - 00:08

Rodyti pranešimąVito61, Jun 27 2008, 20:50, pasakė:

Parla, parla! Vuota il sacco!! Voglio sentire il tuo parere! :P
Ad esempio...come esportare la democrazia?

Avevo risposto ieri a questa tua domanda, scusa, mi ripeto:

Un famoso giornalista disse:
"La Democrazia c'è quando ognuno può dire cosa vuole, ma nessuno lo ascolta." :woohoo:

... devo ammettere che non è poco.

Esportarla ? Si esporta una cosa dopo che si è prodotta, e chi produce Democrazia ?

Secondo me chi si avvicina di più è la Svezia. Più che altro, l'Ikea. :rolleyes: Ottimo esempio di Imperial-Globalizzazione con i vari Made in Vietnam o Made in Latvia,
e ottimo esempio di Comunismo Arredante, visto che il ceto medio in tutta Europa ha lo stesso arredamento, come in Urss....


#60 Liside

    Expert

  • Members
  • AkisAkisAkisAkis
  • 592 Pranešimai
  • City:mah
  • Province:-- OTHER --
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 28 birželio 2008 - 00:36

Rodyti pranešimąmanu69, Jun 27 2008, 23:38, pasakė:

Più o meno è così, ma non combatto contro questo, e, credimi, non cambierei la mia vita con quella del Papa, o di X Ministro, ho molte meno rogne, e so che la felic... ;) ..serenità ;) la trovo qui in "basso".

Preferisco le mie Spadrillas alle scarpe di Sua Santità. :laugh:




Io non sono contro nessuno, tantomeno il Papa che rispetto come uomo di Dio. Solo che non mi spiego certe cose, da Cristiano.





.