Warning: Illegal string offset 'html' in /home/smartsup/public_html/italietuva.com/forum/cache/skin_cache/cacheid_1/skin_topic.php on line 926
Vivere In Lituania: Io L'ho Fatto - ItaLietuva Forum

Peršokti prie turinio


Vivere In Lituania: Io L'ho Fatto


27 atsakymai šioje temoje

#1 fabricijus

    Amateur

  • Kauno
  • 477 Pranešimai
  • City:Kaunas
  • Province:Kauno m. (Kauno)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 17 rugsėjo 2008 - 21:39

Ebbene, ho notato (e non sono stato il solo) che una buona parte dei topic degli utenti del forum riguarda ultimamente l'intenzione di molti di trasferirsi qui in Lituania.
Scrivo per riportare la mia esperienza, e per dare, forse, qualche risposta ai dubbi di tutti coloro che si trovano in uno stato probabilmente simile a quello che fu il mio.

Poco più di due anni fa scelsi di trasferirmi qui. La mia fu una decisione sofferta e meditata a lungo.
Come voi tutti, le mie incertezze erano in fondo legate ad un punto soltanto: la sicurezza economica e il mantenimento del benessere raggiunto in Italia. Parliamoci chiaro. La maggior parte degli utenti del forum si collega al portale dal proprio ufficio di buon mattino (come, a volte, facevo io, che pure non avevo un ufficio), sgranocchiando una barretta di cioccolato, insofferente verso il proprio mestiere, insoddisfatto della vita della propria compagna (lituana), costretta, in Italia, nonostante il suo grado culturale e le competenze linguistiche, a fare la casalinga, la barista, la manicurista o, nel migliore dei casi, l'"addetta al commercio estero". Esacerbati dalla routine, dalle colleghe scorbutiche e invidiose, dal traffico apocalittico delle 08 e 15, dal mutuo e dalle spese, si pensa allora al "grande salto", alla "svolta". Si fantastica sulle notti lunghe e innevate in quel di Vilnius, al tempo che si potrebbe trascorrere con la propria bella davanti a due boccali di birra spumante in una fiabesca casettina di legno, alle nuove attività professionali e imprenditoriali alle quali si potrebbe dar luogo attuando l'operazione "mollo tutto". Qualcuno è più cauto e, scaltro, pensa invece ad un trasferimento a metà, di far "da spola", nell'(eterna) attesa di realizzare il "sogno lituano".
Nonostante tutto, però (e diciamolo!), a fine mese, quando si apre il banking on line fa piacere vedere l'accredito da 1545,32 euro, metterne da parte 100 per il fondo pensione e risparmiarne 3 o 400. E poi, lei porta a casa quegli 800 euro che aiutano a pagare tante piccole spese. Che dire poi, degli aiutini che arrivano da casa. Una maglia, una cena dalla mamma, l'olio d'oliva del colega dello zio... In qualche modo era così anche per me...

In Lituania, ragazzi, non esistono nè aspettattive nè mutue degne di questo nome. Non esistono per gli stranieri i "contratti a tempo indeterminato". E qui, poi, è tutto "indeterminato". E non potrete andare a mangiare dalla mamma.

A meno che le vostre idee imprenditoriali, alle quali dovrete dar luogo investendo decine e decine di migliaia di euro, non abbiano davvero un successo inaspettato (ma, credetemi, si tratta nel 2008 di casi più unici che rari), vi ritroverete a fare i ristoratori eternamente in bolletta, i gestori di franchising da strapazzo, i venditori di vini, i commercianti dei prodotti più svariati, a fare i "consulenti di voi stessi" (cito), a gestire fondi comunitari che non arrivano mai. E la vostra capacità di risparmio decadrà miseramente.

Se, invece, sarete disposti a lavorare duramente, e da dipendenti, in Lituania le cose non saranno come nella penisola. E non risparmierete mai un centesimo (volete i conti alla mano? Come molti sanno, faccio l'insegnante. Porto a casa 2500 litas netti, pari a 725 euro -considerando anche i lavori serali, le lezioni private e gli arrotondamenti derivati dalla mia attività di guida turistica in estate-). Bastano? A pagare mutuo, spese, macchina (usata) cibo e qualche birra sì. Risparmio mensile e-o annuale? 0 spaccato.
Ma in questo caso avrete delle altre ricchezze. Avrete il sorriso della vostra donna, che finalmente potrà andare a lavorare dove avrebbe voluto e con il rispetto che avrebbe voluto ricevere in Italia (guadagnando magari, e dopo un po', quasi quanto guadagnava in Italia facendo la barista) senza essere additata come "rumena" (io, purtroppo, non ho più neanche quello). Avrete il rispetto di chi vi sta attorno, che molto spesso non vi giudica per gli abiti che portate (almeno secondo me. Ma su questo molti non saranno d'accordo). Avrete la possibilità di vivere la Lituania "vera", non quella del forum e delle notti brave trascorse al Brodway. Avrete l'opportunità di conoscere (e non sempre di capire) una cultura diversa, introversa e misteriosa, una lingua arcaica ed affascinante. Se amate davvero la Lituania, e non soltanto la vostra donna e i piaceri più o meno effimeri che vi danno i cepelinai dei suoceri durante le due settimane di agosto o i fine settimana in giro per locali, saprete fare dei sacrifici, sacrifici gravi (ma non gravissimi). Sono fermamente convinto che siano ancora pochi i coraggiosi (e non lo dico per annoverarmi tra questi) disposti a fare ricuse così importanti. Io ne conosco alcuni (Beppe non tu, che sei milionario :-) ), e ho di loro una stima incommensurabile.

In altri termini? Volete trasferirvi in Lituania? Fatelo. Guadagnerete meno che in Italia ed avrete una scarsissima capacità di risparmio. Provateci.


#2 icekemia

    ItaLietuver

  • Vilnius
  • 3.250 Pranešimai
  • City:Vilnius
  • Province:Vilniaus m. (Vilniaus)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 17 rugsėjo 2008 - 21:56

difficile aggiungere qualcosa

l'unica cosa che hai tralasciato è che qui si può diventare milionari col gioco d'azzardo :lol:


#3 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai
  • City:Mel (BL) e Panevezys
  • Province:Panevėžio m. (Panevėžio)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 17 rugsėjo 2008 - 22:15

sono poche le persone che sanno emozionare così profondamente con le parole come te..sembra la mia storia. Ho avuto il piacere di conoscere te e la tua ragazza e mi siete piaciuti moltissimo per la vostra semplicità e concretezza.


Rodyti pranešimąfabricijus, Sep 17 2008, 12:39, pasakė:

Ebbene, ho notato (e non sono stato il solo) che una buona parte dei topic degli utenti del forum riguarda ultimamente l'intenzione di molti di trasferirsi qui in Lituania.
Scrivo per riportare la mia esperienza, e per dare, forse, qualche risposta ai dubbi di tutti coloro che si trovano in uno stato probabilmente simile a quello che fu il mio.

Poco più di due anni fa scelsi di trasferirmi qui. La mia fu una decisione sofferta e meditata a lungo.
Come voi tutti, le mie incertezze erano in fondo legate ad un punto soltanto: la sicurezza economica e il mantenimento del benessere raggiunto in Italia. Parliamoci chiaro. La maggior parte degli utenti del forum si collega al portale dal proprio ufficio di buon mattino (come, a volte, facevo io, che pure non avevo un ufficio), sgranocchiando una barretta di cioccolato, insofferente verso il proprio mestiere, insoddisfatto della vita della propria compagna (lituana), costretta, in Italia, nonostante il suo grado culturale e le competenze linguistiche, a fare la casalinga, la barista, la manicurista o, nel migliore dei casi, l'"addetta al commercio estero". Esacerbati dalla routine, dalle colleghe scorbutiche e invidiose, dal traffico apocalittico delle 08 e 15, dal mutuo e dalle spese, si pensa allora al "grande salto", alla "svolta". Si fantastica sulle notti lunghe e innevate in quel di Vilnius, al tempo che si potrebbe trascorrere con la propria bella davanti a due boccali di birra spumante in una fiabesca casettina di legno, alle nuove attività professionali e imprenditoriali alle quali si potrebbe dar luogo attuando l'operazione "mollo tutto". Qualcuno è più cauto e, scaltro, pensa invece ad un trasferimento a metà, di far "da spola", nell'(eterna) attesa di realizzare il "sogno lituano".
Nonostante tutto, però (e diciamolo!), a fine mese, quando si apre il banking on line fa piacere vedere l'accredito da 1545,32 euro, metterne da parte 100 per il fondo pensione e risparmiarne 3 o 400. E poi, lei porta a casa quegli 800 euro che aiutano a pagare tante piccole spese. Che dire poi, degli aiutini che arrivano da casa. Una maglia, una cena dalla mamma, l'olio d'oliva del colega dello zio... In qualche modo era così anche per me...

In Lituania, ragazzi, non esistono nè aspettattive nè mutue degne di questo nome. Non esistono per gli stranieri i "contratti a tempo indeterminato". E qui, poi, è tutto "indeterminato". E non potrete andare a mangiare dalla mamma.

A meno che le vostre idee imprenditoriali, alle quali dovrete dar luogo investendo decine e decine di migliaia di euro, non abbiano davvero un successo inaspettato (ma, credetemi, si tratta nel 2008 di casi più unici che rari), vi ritroverete a fare i ristoratori eternamente in bolletta, i gestori di franchising da strapazzo, i venditori di vini, i commercianti dei prodotti più svariati, a fare i "consulenti di voi stessi" (cito), a gestire fondi comunitari che non arrivano mai. E la vostra capacità di risparmio decadrà miseramente.

Se, invece, sarete disposti a lavorare duramente, e da dipendenti, in Lituania le cose non saranno come nella penisola. E non risparmierete mai un centesimo (volete i conti alla mano? Come molti sanno, faccio l'insegnante. Porto a casa 2500 litas netti, pari a 725 euro -considerando anche i lavori serali, le lezioni private e gli arrotondamenti derivati dalla mia attività di guida turistica in estate-). Bastano? A pagare mutuo, spese, macchina (usata) cibo e qualche birra sì. Risparmio mensile e-o annuale? 0 spaccato.
Ma in questo caso avrete delle altre ricchezze. Avrete il sorriso della vostra donna, che finalmente potrà andare a lavorare dove avrebbe voluto e con il rispetto che avrebbe voluto ricevere in Italia (guadagnando magari, e dopo un po', quasi quanto guadagnava in Italia facendo la barista) senza essere additata come "rumena" (io, purtroppo, non ho più neanche quello). Avrete il rispetto di chi vi sta attorno, che molto spesso non vi giudica per gli abiti che portate (almeno secondo me. Ma su questo molti non saranno d'accordo). Avrete la possibilità di vivere la Lituania "vera", non quella del forum e delle notti brave trascorse al Brodway. Avrete l'opportunità di conoscere (e non sempre di capire) una cultura diversa, introversa e misteriosa, una lingua arcaica ed affascinante. Se amate davvero la Lituania, e non soltanto la vostra donna e i piaceri più o meno effimeri che vi danno i cepelinai dei suoceri durante le due settimane di agosto o i fine settimana in giro per locali, saprete fare dei sacrifici, sacrifici gravi (ma non gravissimi). Sono fermamente convinto che siano ancora pochi i coraggiosi (e non lo dico per annoverarmi tra questi) disposti a fare ricuse così importanti. Io ne conosco alcuni (Beppe non tu, che sei milionario :-) ), e ho di loro una stima incommensurabile.

In altri termini? Volete trasferirvi in Lituania? Fatelo. Guadagnerete meno che in Italia ed avrete una scarsissima capacità di risparmio. Provateci.


#4 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 17 rugsėjo 2008 - 23:40

Rodyti pranešimąfabricijus, Sep 17 2008, 20:39, pasakė:

.....................

Poco più di due anni fa scelsi di trasferirmi qui. .........

In altri termini? Volete trasferirvi in Lituania? Fatelo. Guadagnerete meno che in Italia ed avrete una scarsissima capacità di risparmio. Provateci.


Ottima delucidazione :lol:


#5 SPERELLI

    Amateur

  • Vilniaus
  • 212 Pranešimai
  • City:Vilnius
  • Province:Vilniaus m. (Vilniaus)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 18 rugsėjo 2008 - 00:13

Rodyti pranešimąmanu69, Sep 17 2008, 14:40, pasakė:

Ottima delucidazione :woot_jump:


Ehy! So che è fuori tema qui,ma...potrei chiedere l'organizzazione di un meeting in Lituania in uno dei giorni tra 23 settembre e 13 ottobre?? Sapete ancora non ho avuto modo di conoscere nessuno di voi!!

Per motivi di lavoro non mi sono trasferito e comunque mi va bene così,per tanti motivi
1) Alterno il freddo ed il grigio depressivo, ai 20° di temperatura minima invernale e al sole costante dello stretto di Messina

2) Lavoro al conservatorio di Kaunas,dirigo la mia orchestra a Kaunas e contemporaneamente lavoro in Italia riuscendo con i due stipendi ad ammortizzare i soldi delle continue trasferte

3) Non arrivo mai a stancarmi nè della magnifica terra di Lituania nè dell'altrettanto bella Italia (quella del sud,con il vero clima mediterraneo-subtropicale che incanta tutti i lituani e non :woot_jump:)

4) Non mi mancano mai nè gli Uzkanda prie alaus con la birra scura di Avilys, nè il pescespada ai pomodorini e capperi affogato nel greco di tufo :lol:

5) Non mi stanco mai nè della freddezza e noncuranza abissale dei lituani,nè dell'eccessivo calore imbarazzante e invadente degli italiani (del sud)

In altre parole,a differenza di voi alterno la mia vita tra due regioni geografiche dai contrasti molto molto evidenti e accesi,e per me non potrebbe esservi soluzione migliore. Ma questo contrasto sarebbe molto meno evidente tra Vilnius e Milano... ammettiamolo


#6 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 18 rugsėjo 2008 - 00:23

Rodyti pranešimąSPERELLI, Sep 17 2008, 23:13, pasakė:

In altre parole,a differenza di voi alterno la mia vita tra due regioni geografiche dai contrasti molto molto evidenti e accesi,e per me non potrebbe esservi soluzione migliore. Ma questo contrasto sarebbe molto meno evidente tra Vilnius e Milano... ammettiamolo

...... meglio di così !......


#7 illy

    Amateur

  • Lombardia
  • 422 Pranešimai
  • City:Vilnius - Mantova
  • Province:Mantova (Lombardia)
  • Gender:Female
  • Language:

Parašė 18 rugsėjo 2008 - 13:47

Rodyti pranešimąfabricijus, Sep 17 2008, 12:39, pasakė:

In altri termini? Volete trasferirvi in Lituania? Fatelo. Guadagnerete meno che in Italia ed avrete una scarsissima capacità di risparmio. Provateci.


Paese senza speranza, ne futuro quindi? ;)
Non mi sembri tanto contento della scelta che hai fatto....


#8 SPERELLI

    Amateur

  • Vilniaus
  • 212 Pranešimai
  • City:Vilnius
  • Province:Vilniaus m. (Vilniaus)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 18 rugsėjo 2008 - 16:31

Rodyti pranešimąilly, Sep 18 2008, 04:47, pasakė:

Paese senza speranza, ne futuro quindi? ;)
Non mi sembri tanto contento della scelta che hai fatto....


Beh,per quanto riguarda la mia situazione lavorativa,è un discorso a parte,ma comunque,anche io credo che la Lituania sia economicamente messa maluccio.

Non parlo dell'effettiva presenza di PIL,ma del potere di acquisto del denaro in Lituania. Esso è veramente basso.

Se in Lituania 1000 litas valessero quanto in Italia 1000 euro allora non si sentirebbe così tanto il disagio,ma purtroppo non è così. Tutto quello che è prodotto in Lituania e venduto tra le mura lituane,mantiene un costo accettabile,si pensi al cibo,nel quale vi è quasi l'equivalenza 1 euro=1 litas. Dov'è il marcio?

Il marcio è che l'assenza d'industrie sul territorio nazionale,non permette la produzione di elettrodomestici o automobili o materiali edili di grande pregio che vengono tutti importati,con prezzi europei,e cioè tre volte superiori alla capacità d'acquisto reale di un lituano medio.

E vogliamo parlare delle case? Il prezzo degli appartamenti è alto non solo in proporzione,ma anche in valore assoluto!!! In Italia con gli stessi soldi puoi acquistare tranquillamente un'appartamento dalla metratura doppia. Certo,non a Venezia o nel centro di Roma...

Il vero problema è che la Lituania si sta facendo inc...re dalle politiche straniere ed a volte da quelle interne,senza muovere un dito. Nessuno sciopera o fa associazioni di categoria quando una casa a Kaunas di 50 m2 senza topi e non a 30 km dal centro viene a costare 2500 litas al mese....
Scusate,a Catania io pago 800 euro ed ho un appartamento di 150 m2 vicino al centro.....
ma lo stipendio italiano è 3 volte superiore...

Perciò ditemi: Che prospettiva di risparmio deve avere una neo-famiglia,senza genitori che mantengono,senza casa regalata,con un lavoro minimo e con l'intenzione di fare 1-2 figli?


#9 Lukas

    Newbie

  • Emilia Romagna
  • 2 Pranešimai
  • City:Modena
  • Province:Modena (Emilia-Romagna)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2008 - 03:30

Rodyti pranešimąSPERELLI, Sep 18 2008, 07:31, pasakė:

Beh,per quanto riguarda la mia situazione lavorativa,è un discorso a parte,ma comunque,anche io credo che la Lituania sia economicamente messa maluccio.

Non parlo dell'effettiva presenza di PIL,ma del potere di acquisto del denaro in Lituania. Esso è veramente basso.

Se in Lituania 1000 litas valessero quanto in Italia 1000 euro allora non si sentirebbe così tanto il disagio,ma purtroppo non è così. Tutto quello che è prodotto in Lituania e venduto tra le mura lituane,mantiene un costo accettabile,si pensi al cibo,nel quale vi è quasi l'equivalenza 1 euro=1 litas. Dov'è il marcio?

Il marcio è che l'assenza d'industrie sul territorio nazionale,non permette la produzione di elettrodomestici o automobili o materiali edili di grande pregio che vengono tutti importati,con prezzi europei,e cioè tre volte superiori alla capacità d'acquisto reale di un lituano medio.

E vogliamo parlare delle case? Il prezzo degli appartamenti è alto non solo in proporzione,ma anche in valore assoluto!!! In Italia con gli stessi soldi puoi acquistare tranquillamente un'appartamento dalla metratura doppia. Certo,non a Venezia o nel centro di Roma...

Il vero problema è che la Lituania si sta facendo inc...re dalle politiche straniere ed a volte da quelle interne,senza muovere un dito. Nessuno sciopera o fa associazioni di categoria quando una casa a Kaunas di 50 m2 senza topi e non a 30 km dal centro viene a costare 2500 litas al mese....
Scusate,a Catania io pago 800 euro ed ho un appartamento di 150 m2 vicino al centro.....
ma lo stipendio italiano è 3 volte superiore...

Perciò ditemi: Che prospettiva di risparmio deve avere una neo-famiglia,senza genitori che mantengono,senza casa regalata,con un lavoro minimo e con l'intenzione di fare 1-2 figli?



Labas, in effetti ti do' ragione, il livello di vita in Lituania è decisamente più basso, però... che bella la semplicità!! :ban:
Sto valutando la possibilità di trasferirmi in Lietuva ma il mio è un caso a parte, lavoro con internet con stipendio europeo e la vita lì per me è un gioco, e comunque il mio weekend in riviera mi costa ben più che una settimana in Lituania...
Per quanto riguarda la gente ti do perfettamente ragione, le ragazze tutte solari, gli uomini indifferenti alla vita e incapaci di reagire a un'economia traballante e poco produttiva.
E se qualcuno avesse qualche buona idea? L'importazione degli elettrodomestici non è affatto male e neanche quello delle automobili.. meditate gente, meditate... :offtopic:
E nel frattempo fate avanti e indietro come il sottoscritto ogni 2 mesi, al prezzo di un weekend con la morosa italiana (200€ circa)...


#10 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2008 - 14:31

Rodyti pranešimąLukas, Oct 1 2008, 02:30, pasakė:

Labas, in effetti ti do' ragione, il livello di vita in Lituania è decisamente più basso, però... che bella la semplicità!! :rolleyes:

:laugh: O ti gratifica il fatto che là ti senti più ricco ? Non è semplicità, tutt'altro.

Rodyti pranešimąLukas, Oct 1 2008, 02:30, pasakė:

Sto valutando la possibilità di trasferirmi in Lietuva ma il mio è un caso a parte, lavoro con internet con stipendio europeo e la vita lì per me è un gioco, e comunque il mio weekend in riviera mi costa ben più che una settimana in Lituania...

.......Appunto ! :smartone:


#11 Cris

    Rookie

  • Vilniaus
  • 52 Pranešimai
  • City:vilnius
  • Province:Vilniaus m. (Vilniaus)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2008 - 18:31

Rodyti pranešimąLukas, Sep 30 2008, 18:30, pasakė:

E se qualcuno avesse qualche buona idea? L'importazione degli elettrodomestici non è affatto male e neanche quello delle automobili.. meditate gente, meditate... :rolleyes:


Spiegami come fai a guadagnare con l'import di Auto in Lit, o forse fai il contrario?


#12 vivere a klaipeda

    Newbie

  • Lombardia
  • 3 Pranešimai
  • City:bergamo
  • Province:Bergamo (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 vasario 2009 - 19:50

Rodyti pranešimąfabricijus, Sep 17 2008, 12:39, pasakė:

Ebbene, ho notato (e non sono stato il solo) che una buona parte dei topic degli utenti del forum riguarda ultimamente l'intenzione di molti di trasferirsi qui in Lituania.
Scrivo per riportare la mia esperienza, e per dare, forse, qualche risposta ai dubbi di tutti coloro che si trovano in uno stato probabilmente simile a quello che fu il mio.

Poco più di due anni fa scelsi di trasferirmi qui. La mia fu una decisione sofferta e meditata a lungo.
Come voi tutti, le mie incertezze erano in fondo legate ad un punto soltanto: la sicurezza economica e il mantenimento del benessere raggiunto in Italia. Parliamoci chiaro. La maggior parte degli utenti del forum si collega al portale dal proprio ufficio di buon mattino (come, a volte, facevo io, che pure non avevo un ufficio), sgranocchiando una barretta di cioccolato, insofferente verso il proprio mestiere, insoddisfatto della vita della propria compagna (lituana), costretta, in Italia, nonostante il suo grado culturale e le competenze linguistiche, a fare la casalinga, la barista, la manicurista o, nel migliore dei casi, l'"addetta al commercio estero". Esacerbati dalla routine, dalle colleghe scorbutiche e invidiose, dal traffico apocalittico delle 08 e 15, dal mutuo e dalle spese, si pensa allora al "grande salto", alla "svolta". Si fantastica sulle notti lunghe e innevate in quel di Vilnius, al tempo che si potrebbe trascorrere con la propria bella davanti a due boccali di birra spumante in una fiabesca casettina di legno, alle nuove attività professionali e imprenditoriali alle quali si potrebbe dar luogo attuando l'operazione "mollo tutto". Qualcuno è più cauto e, scaltro, pensa invece ad un trasferimento a metà, di far "da spola", nell'(eterna) attesa di realizzare il "sogno lituano".
Nonostante tutto, però (e diciamolo!), a fine mese, quando si apre il banking on line fa piacere vedere l'accredito da 1545,32 euro, metterne da parte 100 per il fondo pensione e risparmiarne 3 o 400. E poi, lei porta a casa quegli 800 euro che aiutano a pagare tante piccole spese. Che dire poi, degli aiutini che arrivano da casa. Una maglia, una cena dalla mamma, l'olio d'oliva del colega dello zio... In qualche modo era così anche per me...

In Lituania, ragazzi, non esistono nè aspettattive nè mutue degne di questo nome. Non esistono per gli stranieri i "contratti a tempo indeterminato". E qui, poi, è tutto "indeterminato". E non potrete andare a mangiare dalla mamma.

A meno che le vostre idee imprenditoriali, alle quali dovrete dar luogo investendo decine e decine di migliaia di euro, non abbiano davvero un successo inaspettato (ma, credetemi, si tratta nel 2008 di casi più unici che rari), vi ritroverete a fare i ristoratori eternamente in bolletta, i gestori di franchising da strapazzo, i venditori di vini, i commercianti dei prodotti più svariati, a fare i "consulenti di voi stessi" (cito), a gestire fondi comunitari che non arrivano mai. E la vostra capacità di risparmio decadrà miseramente.

Se, invece, sarete disposti a lavorare duramente, e da dipendenti, in Lituania le cose non saranno come nella penisola. E non risparmierete mai un centesimo (volete i conti alla mano? Come molti sanno, faccio l'insegnante. Porto a casa 2500 litas netti, pari a 725 euro -considerando anche i lavori serali, le lezioni private e gli arrotondamenti derivati dalla mia attività di guida turistica in estate-). Bastano? A pagare mutuo, spese, macchina (usata) cibo e qualche birra sì. Risparmio mensile e-o annuale? 0 spaccato.
Ma in questo caso avrete delle altre ricchezze. Avrete il sorriso della vostra donna, che finalmente potrà andare a lavorare dove avrebbe voluto e con il rispetto che avrebbe voluto ricevere in Italia (guadagnando magari, e dopo un po', quasi quanto guadagnava in Italia facendo la barista) senza essere additata come "rumena" (io, purtroppo, non ho più neanche quello). Avrete il rispetto di chi vi sta attorno, che molto spesso non vi giudica per gli abiti che portate (almeno secondo me. Ma su questo molti non saranno d'accordo). Avrete la possibilità di vivere la Lituania "vera", non quella del forum e delle notti brave trascorse al Brodway. Avrete l'opportunità di conoscere (e non sempre di capire) una cultura diversa, introversa e misteriosa, una lingua arcaica ed affascinante. Se amate davvero la Lituania, e non soltanto la vostra donna e i piaceri più o meno effimeri che vi danno i cepelinai dei suoceri durante le due settimane di agosto o i fine settimana in giro per locali, saprete fare dei sacrifici, sacrifici gravi (ma non gravissimi). Sono fermamente convinto che siano ancora pochi i coraggiosi (e non lo dico per annoverarmi tra questi) disposti a fare ricuse così importanti. Io ne conosco alcuni (Beppe non tu, che sei milionario :-) ), e ho di loro una stima incommensurabile.

In altri termini? Volete trasferirvi in Lituania? Fatelo. Guadagnerete meno che in Italia ed avrete una scarsissima capacità di risparmio. Provateci.

Ciao ! Sono Marco e vivo a Klaipeda e Bergamo da 5 anni, porto aziende italiane a klaipeda perchè ci credo e so quello che faccio anche in prospettive future concrete, non serve piangersi addosso ma pensare come guadagnare usando la testa e non per poche litas. Sicuramente è bello vivere a casa propria a Klaipeda con la propria famiglia ma se sappiamo sfruttare le potenzialità che la città offre sicuramente abbiamo lavoro per tutti (ben remunerato) e tante soddisfazioni che in italia non avremmo mai!!!!Io sto organizzando per la seconda volta la Settimana della Lituania in collaborazione con il Consolato lituano a Milano e mi serve aiuto, mi servono contatti con piattaforme tecnologiche e sopratutto con i loro rettori o magnifici per instaurare un gemellaggio con il Kilometro rosso di BG
se volete, contattatemi tramite il mio profilo. grazie e a presto!!


#13 karimblog.net

    Amateur

  • Piemonte
  • 172 Pranešimai
  • City:Centallo
  • Province:Cuneo (Piemonte)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 08 liepos 2009 - 21:19

@Fabrizio: gran bell'articolo, mi dispiace non averti incontrato l'ultima volta a Klaipeda, ma sono sicuro che avremo altre occasioni.

@Sperelli: non ci conosciamo, ma abbiamo un'amica a Klaipeda in comune... ho saputo che parli bene il lituano, complimenti!

@Marco: ma pure sul forum vieni tu... :snog:

Riguardo al lavoro? Io ho sempre pensato a livello imprenditoriale, sono venuto qui esasperato dall'agenzia delle entrate e la burocrazia italiana. Io lavoro su internet, sono un web marketer e ho solamente clienti italiani. Ho l'ufficio in casa, internet di prima classe e svariati computer. Il mio migliore amico? Skype e il suo numero italiano associato.

Buona fortuna!


#14 fab73

    Newbie

  • Vilniaus
  • 7 Pranešimai
  • City:vilnius
  • Province:Vilniaus m. (Vilniaus)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2009 - 10:36

Rodyti pranešimąfabricijus, Sep 17 2008, 12:39, pasakė:

Ebbene, ho notato (e non sono stato il solo) che una buona parte dei topic degli utenti del forum riguarda ultimamente l'intenzione di molti di trasferirsi qui in Lituania.
Scrivo per riportare la mia esperienza, e per dare, forse, qualche risposta ai dubbi di tutti coloro che si trovano in uno stato probabilmente simile a quello che fu il mio.

.....

In altri termini? Volete trasferirvi in Lituania? Fatelo. Guadagnerete meno che in Italia ed avrete una scarsissima capacità di risparmio. Provateci.


Ho letto molto volentieri le parole di Fabrizio. E le sottoscrivo.
Che dire?
Dal mio canto vivo in Lituania da circa 2 anni, ho una mia azienda e mi trovo bene.
Facile? assolutamente no.
Problemi? si come ovunque nel mondo quando ti trasferisci all'estero ma IMHO sempre meno che in italia
Io vengo da un'esperienza estenuante italiana da lavoratore dipendente prima e da imprenditore con 9 anni di azienda con soci e dipendenti. Tutto bene ma stavo perdendo la salute e la testa.
Ora che ho "mollato tutto" e sono qui sono molto piu' felice.
Perche'? perche' non ho piu' il traffico mattutino (ad esempio), sono piu' rilassato, e gestisco meglio il mio tempo.
Posso farlo perche' sia il mio lavoro che la mia mentalita' mi permettono di farlo.
Se volete diventare ricchi, certamente la lituania non e' il paese adatto, ma cmq ci sono buone opportunita' di business (basta forse non lavorare troppo con gli italiani presenti in lituania, ok non tutti ;) ).
Ovvio, se venite solo per le ragazze e pensando che sia il paradiso, allora avete sbagliato posto, e di brutto.
Come diceva Fabrizio, tanto lavoro serio, grande impegno, magari le conoscenze giuste, e soprattutto darsi da fare darsi da fare e darsi da fare.
E poi, e' cosi' ovunque, crederete mica che a londra o negli USA la gente "regali" stipendi da 4-5mila euro/dollari al mese vero?

Concludendo, il mio saldo Lituano e' positivo.
In italia torno per le vacanze. E per trovare i parenti. E poi la lituania puo' stupire nel momento in cui proprio non te lo aspetti. ;)


#15 bs4ever

    Amateur

  • Inactive
  • AkisAkisAkis
  • 347 Pranešimai
  • City:Lodi
  • Province:Lodi (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2009 - 11:14

Rodyti pranešimąfab73, Oct 1 2009, 09:36, pasakė:

Ho letto molto volentieri le parole di Fabrizio. E le sottoscrivo.
Che dire?
Dal mio canto vivo in Lituania da circa 2 anni, ho una mia azienda e mi trovo bene.
Facile? assolutamente no.
Problemi? si come ovunque nel mondo quando ti trasferisci all'estero ma IMHO sempre meno che in italia
Io vengo da un'esperienza estenuante italiana da lavoratore dipendente prima e da imprenditore con 9 anni di azienda con soci e dipendenti. Tutto bene ma stavo perdendo la salute e la testa.
Ora che ho "mollato tutto" e sono qui sono molto piu' felice.
Perche'? perche' non ho piu' il traffico mattutino (ad esempio), sono piu' rilassato, e gestisco meglio il mio tempo.
Posso farlo perche' sia il mio lavoro che la mia mentalita' mi permettono di farlo.
Se volete diventare ricchi, certamente la lituania non e' il paese adatto, ma cmq ci sono buone opportunita' di business (basta forse non lavorare troppo con gli italiani presenti in lituania, ok non tutti ;) ).
Ovvio, se venite solo per le ragazze e pensando che sia il paradiso, allora avete sbagliato posto, e di brutto.
Come diceva Fabrizio, tanto lavoro serio, grande impegno, magari le conoscenze giuste, e soprattutto darsi da fare darsi da fare e darsi da fare.
E poi, e' cosi' ovunque, crederete mica che a londra o negli USA la gente "regali" stipendi da 4-5mila euro/dollari al mese vero?

Concludendo, il mio saldo Lituano e' positivo.
In italia torno per le vacanze. E per trovare i parenti. E poi la lituania puo' stupire nel momento in cui proprio non te lo aspetti. ;)


ciao , scusa ma il tuo post è molto vago ... non c'e' nessun riferimento concreto o preciso ...ma va bene cosi , grazie lo stesso


#16 AlVit

    ItaLietuver

  • Veneto
  • 1.788 Pranešimai
  • City:Venexia
  • Province:Venezia (Veneto)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2009 - 12:36

Rodyti pranešimąbs4ever, Oct 1 2009, 10:14, pasakė:

ciao , scusa ma il tuo post è molto vago ... non c'e' nessun riferimento concreto o preciso ...ma va bene cosi , grazie lo stesso



in effetti manca il settore di occupazione... io ho l'esempio di mio fratello , che oramai sono 15 anni che cambia la sua sua residenza fra la lituania e la lettonia ... ( ultimamente si è comperato 50 ettari di terra vicino ad un lago a nord di Riga per soli 15000 euro ;) ) ... ma non si può certo dire che lavora nel settore locale ... il suo contratto è con imprese italiane , viene pagato per il lavoro fatto in giro per il mondo ... e il motivo di essere residente e vivere in Lituania o Lettonia è solo per motivi "fiscali" ;) ( il 7% di tasse , rispetto ad un 41% italiano) .. oltre ( ovviamente ;) ??) avere la ragazza lituana ....


#17 italico

    Expert

  • Veneto
  • 708 Pranešimai
  • City:Mel (BL) e Panevezys
  • Province:Panevėžio m. (Panevėžio)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2009 - 12:39

...................


Rodyti pranešimąbs4ever, Oct 1 2009, 02:14, pasakė:

ciao , scusa ma il tuo post è molto vago ... non c'e' nessun riferimento concreto o preciso ...ma va bene cosi , grazie lo stesso


#18 manu69

    ItaLietuver

  • Toscana
  • 2.909 Pranešimai
  • City:Sud Toscana
  • Province:Grosseto (Toscana)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2009 - 14:04

Rodyti pranešimąfab73, Oct 1 2009, 09:36, pasakė:

Ho letto molto volentieri le parole di Fabrizio. E le sottoscrivo.
Che dire?
Dal mio canto vivo in Lituania da circa 2 anni, ho una mia azienda e mi trovo bene.
Facile? assolutamente no.
Problemi? si come ovunque nel mondo quando ti trasferisci all'estero ma IMHO sempre meno che in italia
Io vengo da un'esperienza estenuante italiana da lavoratore dipendente prima e da imprenditore con 9 anni di azienda con soci e dipendenti. Tutto bene ma stavo perdendo la salute e la testa.
Ora che ho "mollato tutto" e sono qui sono molto piu' felice.
Perche'? perche' non ho piu' il traffico mattutino (ad esempio), sono piu' rilassato, e gestisco meglio il mio tempo.
Posso farlo perche' sia il mio lavoro che la mia mentalita' mi permettono di farlo.
Se volete diventare ricchi, certamente la lituania non e' il paese adatto, ma cmq ci sono buone opportunita' di business (basta forse non lavorare troppo con gli italiani presenti in lituania, ok non tutti ;) ).
Ovvio, se venite solo per le ragazze e pensando che sia il paradiso, allora avete sbagliato posto, e di brutto.
Come diceva Fabrizio, tanto lavoro serio, grande impegno, magari le conoscenze giuste, e soprattutto darsi da fare darsi da fare e darsi da fare.
E poi, e' cosi' ovunque, crederete mica che a londra o negli USA la gente "regali" stipendi da 4-5mila euro/dollari al mese vero?

Concludendo, il mio saldo Lituano e' positivo.
In italia torno per le vacanze. E per trovare i parenti. E poi la lituania puo' stupire nel momento in cui proprio non te lo aspetti. ;)

Interessante. Grazie della testimonianza.

Cos'è IMHO ??


#19 giorgio

    ItaLietuver

  • Piemonte
  • 2.087 Pranešimai
  • City:Torino
  • Province:Torino (Piemonte)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 01 spalio 2009 - 14:28

Rodyti pranešimąmanu69, Oct 1 2009, 13:04, pasakė:

Interessante. Grazie della testimonianza.

Cos'è IMHO ??


IMHO... (In My Humble Opinion / In My Honest Opinion) è un acronimo in lingua inglese dal significato di a mio modesto parere.
;)


#20 savio

    Amateur

  • Lombardia
  • 343 Pranešimai
  • City:Arese
  • Province:Milano (Lombardia)
  • Gender:Male
  • Language:

Parašė 27 liepos 2010 - 16:47

io sto seriamente pensando di trasferirmi in Lituania! qui a pochi km da Milano, un bell'appartamente + lavoro gratificante (il mio purtroppo)... a quanto pare non basta!! mia moglie non sta bene, il caldo, la solitudine.... un guaio!! e per fortuna sono in ferie! :tears:

che faccio?? non sono ancora in panico mah...